Pescatore morto nel rovesciamento della vongolara: indagati per omicidio colposo il fratello armatore ed il comandante

1' di lettura Ancona 30/06/2022 - All'alba del 27 giugno, alle 4 circa, la vongolara “Emilia”, che pescava nelle acque al largo della Raffineria Api, si è rovesciata all’improvviso mentre stava effettuando una manovra. Il comandante , F.T. di Senigallia, era riuscito a salvarsi, mentre l'armatore, Lauro Mancini, era rimasto intrappolato all’interno dell’imbarcazione morendo annegando.

Il pm Serena Bizzarri della Procura della Repubblica di Ancona ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e al momento risultano due gli indagati: si tratta del comandante della vongolara, F. T., 56enne di Senigallia, assistito dall’avv. Corrado Canafoglia, e l’armatore e fratello della vittima, M. Mancini, 50enne di Ancona, assistito dall’avv. Michele Di Ruggiero.

Dai primi racconti sembrerebbe che tutto sia successo in pochi istanti, quando l’equipaggio stava facendo risalire a bordo la draga idraulica che si sarebbe incastrata in qualcosa sul fondo marino, uno scoglio o un cavo. All’improvviso la vongolara si è messa di traverso e si è rovesciata di lato. Nel fine settimana inizieranno le operazioni di recupero dell’imbarcazione, allo stato solo imbragata. Operazioni finalizzate a comprendere le cause dell’accaduto.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter





Questo è un articolo pubblicato il 30-06-2022 alle 19:16 sul giornale del 01 luglio 2022 - 348 letture

In questo articolo si parla di cronaca, vivere senigallia, giulia mancinelli, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddLR