contatore accessi free

Gres porcellanato made in Italy: un’eccellenza che arriva all’estero grazie al digital

4' di lettura Ancona 06/07/2022 - Sempre più consumatori in Italia scelgono per i pavimenti e i rivestimenti delle proprie case il gres porcellanato. La ragione principale, oltre alla qualità di questo materiale, è la sua versatilità.

Può rifinire ambienti più rustici, più formali ma anche più eleganti, basterà scegliere tra le migliaia di colori e finiture ormai disponibili. L’Italia rappresenta un’eccellenza nel mondo del gres porcellanato e ad accorgersene non sono stati solo gli italiani. Sempre più rivenditori e consumatori internazionali si rivolgono al mercato italiano del gres per rifinire le proprie case. Un ruolo importante è stato quello dei portali online per la vendita di ceramiche che negli ultimi anni, anche causa pandemia, si sono moltiplicati. Ecco allora quali sono i marchi di piastrelle italiane che hanno avuto più successo all’estero.

I brand di gres porcellanato italiano più apprezzati all’estero

L’industria italiana del gres è stata in grado di interpretare le esigenze e i gusti dei consumatori superando ogni aspettativa e creando una gamma di prodotti che non possono lasciare insoddisfatto nessun cliente. Tutto questo va unito poi alla qualità del materiale e della catena di produzione. I progetti esteri quindi, ormai vedono l’Italia come un punto di riferimento in fatto di gres porcellanato. Molti i brand che hanno partecipato a progetti internazionali e che ad oggi continuano ad esportare il gres italiano all’estero. Vediamo i principali:

  • Cotto d’Este: è un brand presente sul mercato da oltre vent’anni conosciuto soprattutto per l’alta qualità dei suoi prodotti. Offre una gamma di piastrelle che possono rifinire qualsiasi tipo di ambiente da quelli più raffinati a quelli più semplici. Uno dei loro prodotti di punta è il gres porcellanato effetto legno famoso per essere uno dei più realistici sul mercato. I prodotti Cotto d’Este sono stati utilizzati per moltissimi progetti nazionali ma anche internazionali. Queste grandi collaborazioni hanno siglato il successo di questo brand anche fuori dall’Italia e lo hanno reso un punto di riferimento tra le aziende produttrici di gres.
  • Blustyle: altro brand leader è Blustyle conosciuto soprattutto per le piastrelle dalle grandi dimensioni che arrivano anche a 180cm. I prodotti Blustyle si adattano perfettamente a qualsiasi ambiente soprattutto a quelli immersi nella natura o agli spazi all’aperto come grandi terrazzi e ampie zone piscina.
  • Marazzi: azienda storica italiana in fatto di piastrelle è Marazzi che ad oggi vende in più di 140 paesi nel mondo. L’approccio di Marazzi ha sempre strizzato l’occhio all’innovazione, anche nelle tecniche di produzione, e alla cura del design, due dei concetti chiave che gli sono stati riconosciuti nel tempo. Anche Marazzi ha curato pavimenti e rivestimenti di molti progetti sia in Italia che all’estero ed è diventata un’azienda leader dell’industria italiana di ceramiche, nella vendita di gres fuori dall’Italia.

Come il digital ha consacrato all’estero i brand italiani di gres

Oltre ai progetti internazionali, l’altra chiave di accesso che ha permesso a questi brand di entrare nel mercato internazionale è stata la vendita online. Nell’ultimo periodo infatti molte attività si sono spostate anche online e sempre più portali hanno iniziato a vendere anche all’estero. I mercati più interessati all’acquisto di piastrelle made in Italy sono quelli di Germania e Stati Uniti ma anche paesi come Belgio, Qatar e Emirati Arabi si stanno interessando sempre di più all’eccellenza italiana in fatto di ceramiche. Ecco alcuni esempi di brand italiani che attualmente collaborano con piattaforme di vendita online di piastrelle anche per il mercato estero:

  • Cotto d’Este
  • Self Style
  • Blustyle
  • Marazzi
  • Casalgrande Padana
  • Savoia Italia

In più, Internet è stato un modo per queste imprese di mantenersi attive anche quando la pandemia aveva limitato il lavoro in azienda. Per supportare il consumatore durante l’acquisto infatti, la maggior parte dei portali offrono oggi non solo un supporto ma delle vere e proprie consulenze online utili per guidare l’acquirente nella scelta dei materiali che sta cercando. Non importa quindi dove ci si trovi, ormai è possibile acquistare il made in Italy da qualsiasi parte del mondo. Questi servizi sono stati mantenuti anche allo scadere delle restrizioni perché molte ditte hanno realizzato che azzerare le distanze è importante per aumentare la qualità dell’esperienza che si offre e affacciarsi al mercato estero.







Questo è un articolo pubblicato il 06-07-2022 alle 22:55 sul giornale del 06 luglio 2022 - 48 letture

In questo articolo si parla di attualità

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/deHZ


logoEV
logoEV
qrcode