contatore accessi free

Perde i sensi dopo una lite. Intervento “acrobatico” dei soccorritori nella campagna di Ancona

2' di lettura Ancona 09/07/2022 - Dopo una lite il padre era stato portato all’ospedale, lasciando la figlia di mezza età sola in casa ad attendere un secondo mezzo di soccorso, ma all’arrivo della Croce Gialla nessuno apriva la porta ai soccorritori

È stato un intervento che i militi della Croce Gialla di Ancona ricorderanno sicuramente a lungo. Nella notte tra giovedì e venerdì venivano chiamati i soccorsi nella campagna di una frazione di Ancona.

Qui, tra un anziano padre e la sua figlia di mezza età, si sviluppava una furibonda lite, che terminava con la richiesta di un mezzo di soccorso per il padre stremato. Sebbene anche la figlia lamentasse un malessere i soccorritori decidevano di non trasportala nella stessa autoambulanza del padre, per evitare che continuasse il litigio. Veniva quindi convocato un secondo mezzo di soccorso mentre la prima ambulanza partiva verso l’ospedale.

Il mezzo della Croce Gialla di Ancona giungeva quindi sul luogo. La casa era situata in una strada di difficile percorrenza, nella campagna di una frazione di Ancona. I militi arrivati al cancello della casa provavano quindi più volte al suonare il campanello, senza però ricevere risposta. Proseguivano i tentativi, anche con chiamate al telefono che rimanevano senza risposta, allarmando sempre più i soccorritori, che nel loro aggirarsi attorno alla casa incrociavano anche un cinghiale.

Veniva allora chiamate le forze dell’ordine per poter entrare in casa. In breve sul posto i due agenti della Questura decidevano di scavalcare una alta cancellata, per poter raggiungere le finestre dell’abitazione. Riusciti nella pericolosa scalata gli agenti vedevano subito dalla finestra la donna stesa in terra priva di sensi. In pochi attimi potevano ora apire la porta e la cancellata ai soccorritori, che riuscivano finalmente a raggiungere la paziente.

La donna, vittima di un malore, si riprendeva grazie alle cure dei militi e veniva trasportata al prono soccorso per essere visitata.






Questo è un articolo pubblicato il 09-07-2022 alle 10:50 sul giornale del 11 luglio 2022 - 470 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/de7h





logoEV
logoEV
qrcode