contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Maltrattamenti e violenze verso la compagna e arriva l'ammonimento del Questore

2' di lettura
159

Il provvedimento si è reso necessario in quanto l’uomo, già pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, ha posto in essere in essere una serie di condotte prolungate nel tempo, reiterate, di violenza fisica e psicologica, nei riguardi della parte offesa

Un Ammonimento per maltrattamenti, firmato dal Questore Capocasa, su istruttoria della Divisione Anticrimine, è stato notificato nei giorni scorsi dai Poliziotti della Questura di Ancona, nei confronti di un cittadino nigeriano, di circa 35 anni, resosi responsabile di condotte ascrivibili ai reati di maltrattamenti e violenza domestica nei confronti della compagna.

Il provvedimento si è reso necessario in quanto l’uomo, già pregiudicato per reati in materia di stupefacenti, ha posto in essere in essere una serie di condotte prolungate nel tempo, reiterate, di violenza fisica e psicologica, nei riguardi della parte offesa.

Al termine dell’attività istruttoria, il Questore di Ancona, dr. Cesare Capocasa, ha emesso il provvedimento dell’ Ammonimento ex art. 3 del Decreto Legge 14 agosto 2013 n.93, intimando al soggetto di interrompere ogni tipo di contatto e condotta lesiva nei riguardi della parte lesa, sua fidanzata. La misura di prevenzione nota come “Ammonimento del Questore”, costituisce un efficace deterrente volto a contrastare il fenomeno dei maltrattamenti, per evitare che degeneri in condotte aggressive, sia di tipo fisico che di tipo psicologico, a volte con esiti drammatici, come desumibile dalla cronaca quotidiana. Rammentiamo che per azionare questo tipo di tutela la segnalazione non deve necessariamente provenire dalla vittima del reato, ma chiunque sia a conoscenza di situazioni di questa gravità, può segnalare alle Forze dell’Ordine i maltrattamenti subiti dalla parte lesa.

La Polizia di Stato, da sempre presente accanto alle Donne, ricorda alle stesse che è possibile rompere la catena dei soprusi, della limitazione della libertà individuale, della sopraffazione psicologica, semplicemente chiedendo aiuto. Grazie a personale formato e competente è possibile attuare gli strumenti più efficaci e tempestivi per proteggere le vittime vulnerabili, ed assicurare loro un luogo sicuro ed una tutela reale.

Il Questore di Ancona: “ Esserci Sempre” è anche rispondere in maniera efficace alle istanze rivolte alle forze dell’ordine, come nel caso dei maltrattamenti o della violenza domestica, affinché ciascuna Donna possa avere il diritto di essere Libera e di sentirsi Se’ Stessa senza condizionamenti o limitazioni”.




Questo è un articolo pubblicato il 03-08-2022 alle 14:54 sul giornale del 04 agosto 2022 - 159 letture






qrcode