contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Apertura straordinaria dell’Archivio di Stato di Ancona: una giornata dedicata alla documentazione del fondo Prefettura

1' di lettura
98

L’Archivio di Stato di Ancona sarà straordinariamente aperto al pubblico sabato 26 novembre, dalle ore 9,00 alle ore 13,00.

L’Istituto, a cura del Dott.ssa Pamela Galeazzi e con l’intervento di S.E. il Prefetto Dott. Darco Pellos, alle ore 11,00, presenterà presso la propria Sala studio l’Inventario dell’Archivio della Prefettura di Ancona (1862-1995), strumento che descrive analiticamente i documenti versati dall’Ufficio di Governo. Tale assai cospicuo fondo, integralmente inventariato dopo lunghe e complesse attività di riordino, sebbene in parte lacunoso per la perdite e dispersioni nel tempo subite, rappresenta un complesso documentale di rilevante interesse per la storia del territorio provinciale e delle sue comunità, offrendo testimonianza diretta del ruolo istituzionale e delle competenze attribuite alle Prefetture.

Questo patrimonio di memorie, dunque, sarà quotidianamente e liberamente consultabile presso l’Archivio di Stato usufruendo finalmente di uno strumento di puntuale conoscenza, ossia del suo inventario analitico, consultabile in formato digitale stante la mole delle informazioni ivi restituite. A corredo dell’iniziativa e durante l’intero orario di apertura, sarà inoltre offerta al pubblico, con il necessario apparato di testi descrittivi, una mostra documentaria composta da atti originali provenienti dal fondo Prefettura di Ancona. Al visitatore, attraverso una selezione di alcune delle diverse tipologie documentarie prodotte, si propone una panoramica dei compiti espletati dalla Prefettura di Ancona nel corso del tempo: dalla sua istituzione, seguita all’Unità d’Italia, agli anni del Fascismo e del secondo conflitto mondiale, sino a comprendere le competenze attribuite all’Ufficio di Governo sino quasi ai nostri giorni.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 21-11-2022 alle 16:27 sul giornale del 22 novembre 2022 - 98 letture






qrcode