contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Aveva allestito una serra di marijuana nella casa lesionata dal terremoto, ma alla porta si è presentata la Polizia

2' di lettura
548

Vinta la resistenza del 30enne e varcata la soglia del portone di ingresso il forte odore di Marijuana che si spandeva nell'atrio e nella tromba delle scale del palazzo lasciava pochi dubbi agli agenti di Polizia sul motivo della reticenza dell'uomo a farli entrare

Nella mattinata di venerdì, l’equipaggio della volante notava un soggetto che destava particolare sospetto in quanto accedeva ad uno stabile era delimitato dal nastro segnaletico dei Vigili del Fuoco. Si dirigevano verso la palazzina in questione e, tramite la Sala Operativa, apprendevano che il nastro segnaletico era stato posto a seguito del sisma avvenuto a novembre che aveva reso lo stabile non agibile.

Gli operatori intervenuti iniziavano a citofonare fino a quando, dalla finestra del primo piano, si affacciava un ragazzo che forniva delle spiegazioni confuse in merito alla sua presenza in quell’appartamento. Il soggetto, che non corrispondeva all’uomo che aveva destato sospetto precedentemente, risultava restio alla conversazione e si rifiutava di scendere in strada per fornire le generalità ma, a richiesta, confermava che in casa vi era un suo amico. Dopo numerose sollecitazioni, il ragazzo scendeva e all’atto di aprire il portone, appariva particolarmente turbato e preoccupato, inoltre, a seguito di richiesta di accedere nell’atrio del portone, questi si ritraeva all’interno cercando di limitare l’accesso agli operatori presenti.

Gli operatori riuscivano ad entrare nel portone solo dopo aver placato il ragazzo che si opponeva al loro ingresso provando a chiudere il portone alle sue spalle. Il ragazzo, veniva identificato per un trentenne di origini tarantine, positivo per reati inerenti sostanze stupefacenti. Considerato il forte odore di sostanza stupefacente verosimilmente riconducibile a Marijuana presente all’interno della tromba delle scale, si provvedeva a procedere alla sua perquisizione personale e domiciliare.

Di fatti, all’interno dell’abitazione, venivano rinvenute diverse infiorescenze, foglie e rametti in fase di essiccazione per un quantitativo di circa 70 gr di sostanza stupefacente del tipo marijuana. Veniva inoltre rinvenuto kit completo, funzionante, per la coltivazione indoor comprensivo di armadio da coltura interna, sistema di ventilazione, lampade led per serra e sistema d’illuminazione, con all’interno due piante in vaso di Marjuana chiaramente in fase di coltivazione.

Quanto rinvenuto veniva debitamente sottoposto a sequestro e il ragazzo veniva deferito all’A.G. competente per produzione e detenzione di stupefacenti, nonché per resistenza a Pubblico Ufficiale.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAncona oppure aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter


Questo è un articolo pubblicato il 07-01-2023 alle 19:25 sul giornale del 09 gennaio 2023 - 548 letture






qrcode