contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

La Polizia di Stato nelle scuole di Ancona per “Educare alla legalità”

3' di lettura
50

I Poliziotti di Prossimità, Mattia ed Eleonora, sono stati presenti alla scuola Secondaria di primo Grado “ Enrico Fermi” di Torrette di Ancona, dove hanno incontrato le classi seconde e terze dell’Istituto per un dibattito con i ragazzi sull’inclusione ed il contrasto ad ogni forma di discriminazione

Prosegue il progetto di Educazione alla Legalità della Polizia di Stato di Ancona, fortemente voluto dal Questore, Dr. Cesare Capocasa, d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale, per fornire ai giovani strumenti idonei a formare le loro coscienze civili e garantire a Docenti ed Educatori delle Scuole anconetane e della Provincia, un contributo sentito e concreto, su alcuni dei temi più sentiti e richiesti, dai ragazzi e dagli insegnanti.

Nella giornata di ieri e quella odierna i Poliziotti di Prossimità, Mattia ed Eleonora, sono stati presenti alla scuola Secondaria di primo Grado “ Enrico Fermi” di Torrette di Ancona, dove hanno incontrato le classi seconde e terze dell’Istituto per un dibattito con i ragazzi sull’inclusione ed il contrasto ad ogni forma di discriminazione.

La campagna di informazione vede coinvolti dall’inizio dell’anno scolastico le diverse componenti della Polizia di Stato, in relazione all’età degli studenti e alle diverse problematiche che agitano il loro quotidiano. Oltre ai Poliziotti di Prossimità ed ai Cinofili sono impegnati:

- i Funzionari della Polizia di Stato per affrontare le problematiche connesse alla violenza di genere, bullismo e cyberbullismo, l’uso di sostanze stupefacenti e l’abuso di alcool.

- i Cinofili del Raggruppamento di Ancona, per un’attività di prevenzione e controllo, di conflittualità e tensioni, che potrebbero esacerbarsi in concomitanza con l’entrata e l’uscita degli studenti dai plessi scolastici e durante la ricreazione del mattino.

-la Polizia Postale, con un intervento mirato volto ad educare i giovani ad un corretto uso degli strumenti informatici, dei social e degli strumenti di messagistica, tanto diffusi tra le nuove generazioni e cyber bullismo.

- la Polizia Stradale per una corretta educazione alla circolazione e all’uso dei mezzi di trasporto, soprattutto in un’ottica preventiva degli incidenti e delle stragi del finesettimana.

Quotidianamente la Polizia di Stato è accanto alle Istituzioni scolastiche della Provincia per sostenere ed aiutarle nel difficile compito di educare i ragazzi al rispetto delle regole della “Cittadinanza Digitale”. In tal senso proseguono gli incontri di formazione rivolti ai giovani studenti delle scuole dei diversi ordini e gradi.

Dall’inizio dell’anno scolastico diversi sono stati i momenti di riflessione organizzati nelle scuole e in appositi incontri rivolti agli studenti e continuo è il raccordo con i Dirigenti Scolastici per fornire gli strumenti più appropriati ed utili alla sicurezza dei nostri giovani, futuri adulti consapevoli.

Il Questore di Ancona: “ Prosegue la campagna di educazione alla legalità rivolta ai giovani studenti, ritenuta uno degli strumenti fondamentali per sviluppare il loro senso etico, il rispetto delle regole ed il “valore della Legge” ed apprendere così l’importanza della responsabilità civile e dell’impegno ad esercitare in modo attivo il proprio impegno di cittadini”.

Ricordiamo che il progetto, che ha già visto l’adesione di tantissime scuole di ogni ordine e grado ad Ancona e Provincia, prevede due incontri con gli studenti e, ove possibile, in base alla disponibilità dei genitori, un incontro con gli adulti ed esercenti le responsabilità genitoriali sui ragazzi, per renderli consapevoli delle difficoltà dei giovani e delle modalità più corrette per affrontarle.Si rammenta che analoghe iniziative sono svolte dai Dirigenti dei Commissariati P.S. distaccati, rispettivamente a Jesi, Fabriano, Osimo e Senigallia.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-01-2023 alle 13:40 sul giornale del 18 gennaio 2023 - 50 letture






qrcode