contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Rubò nella macchina dell'assessore, il Tribunale aggrava la sua pena ai domiciliari

1' di lettura
220

Era stata colta a rubare nella macchina di un assessore di Ancona e condannata alla misura cautelare non custodiale dell’Obbligo di Presentazione alla Polizia. Tuttavia, nonostante la lieve misura, l’indagata non si è mai presentata presso gli uffici della Questura per ottemperare all’obbligo imposto

La giovane era stata tratta in arresto dalla Volante dorica nel quartiere Piano, colta nella flagranza del reato di furto aggravato commesso sull’autovettura di proprietà di un assessore del Comune di Ancona. Nella tarda serata del 24 novembre 2022, infatti, l'assessore del comune di Ancona era stato convocato dai Vigili del Fuoco per una verifica sismica di un immobile ed aveva lasciato regolarmente in sosta il proprio veicolo. La giovane veniva trovata in possesso della refurtiva trafugata dall’auto che veniva prontamente restituita all’Assessore.

A seguito dell’udienza di convalida il Tribunale di Ancona emetteva nei confronti della giovane la misura cautelare non custodiale dell’Obbligo di Presentazione alla Polizia Giudiziaria. Tuttavia, nonostante la lieve afflittività della misura, l’indagata non si è mai presentata presso gli uffici della Questura per ottemperare all’obbligo imposto.

All’esito della nuova segnalazione da parte della Questura, la Sezione Penale del Tribunale di Ancona aggravava la misura cautelare disponendo che la donna venisse collocata agli arresti domiciliari presso la propria abitazione. A fronte della suddetta ordinanza, i poliziotti hanno raggiunto la ragazza nella propria abitazione, sottoponendola alla restrizione cautelare”.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAncona oppure aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter


Questo è un articolo pubblicato il 20-01-2023 alle 13:11 sul giornale del 21 gennaio 2023 - 220 letture






qrcode