contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Il paziente diventa stalker: Minacce di morte e pedinamenti alla sua dottoressa perché si sentiva abbandonato

2' di lettura
388

Durante il rapporto terapeutico, l’indagato aveva iniziato e mantenuto un comportamento vessatorio e persecutorio nei confronti della sua dottoressa tanto da indurla a chiedere ed ottenere un trasferimento in altra sede, ma la misura non era bastata a fermare lo stalker

Gli uomini della Polizia di Stato della Questura di Ancona hanno concluso un'attività investigativa volta a contrastare atti persecutori commessi da un uomo di 42 anni nei confronti del suo medico curante. La misura cautelare personale del divieto di avvicinamento alla vittima e ai suoi familiari è stata emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata.

Il caso trae origine dal rapporto terapeutico instaurato nel 2020 tra l'indagato e la sua dottoressa, durante il quale quest'ultimo ha adottato un comportamento vessatorio e persecutorio. Le azioni dell'uomo hanno costretto la dottoressa a richiedere un trasferimento presso un'altra sede per sfuggire alle sue molestie. Tuttavia, anche dopo il trasferimento, l'indagato ha proseguito con le sue azioni persecutorie, seguendo la vittima con la propria autovettura, lanciando accuse infondate di abbandono e minacciandola di morte, persino attraverso mezzi informatici. Queste condotte hanno generato nella vittima un profondo stato di ansia e timore per la propria sicurezza e quella dei suoi familiari.

L'intervento tempestivo degli operatori di Polizia ha consentito alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Macerata di avanzare la richiesta di adottare misure cautelari contro l'indagato. Il GIP competente ha emesso l'ordinanza per il divieto di avvicinamento dell'uomo alla parte offesa, alla sua abitazione, al luogo di lavoro e ai luoghi abitualmente frequentati, nonché ai familiari. L'ordinanza proibisce inoltre ogni forma di comunicazione con la vittima e i suoi familiari, sia diretta che indiretta.

Nel tardo pomeriggio di ieri, 28 luglio 2023, gli agenti della Questura di Ancona hanno raggiunto l'abitazione dell'uomo, dando esecuzione al provvedimento emesso dal GIP di Macerata. L'ordinanza è stata notificata all'indagato, con le chiare prescrizioni a cui dovrà attenersi.

L'azione della Polizia di Stato e della Procura della Repubblica rappresenta un importante passo avanti nel contrasto agli atti persecutori e nella tutela delle vittime di stalking. Il divieto di avvicinamento imposto all'indagato mira a garantire la sicurezza della dottoressa e dei suoi familiari, consentendo loro di vivere senza il costante timore per la propria incolumità.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAncona oppure aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter


Questo è un articolo pubblicato il 31-07-2023 alle 18:43 sul giornale del 01 agosto 2023 - 388 letture



qrcode