contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Aveva ricevuto un ordine di espulsione nel 2017, ma la Polizia lo sorprende a spacciare cocaina ad Ancona

2' di lettura
214

Il cittadino tunisino aveva un ordine di espulsione dal territorio nazionale, emesso nel luglio 2017 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Potenza, congiuntamente a un decreto di dichiarazione di pericolosità sociale. Nelle sue tasche 20 grammi di cocaina e quasi mille euro in contanti

Nella giornata di ieri, 18 agosto, la Polizia di Stato della Questura di Ancona ha portato a termine un'operazione di arresto nei confronti di un cittadino tunisino di 46 anni. L'uomo è stato trovato in possesso di una quantità significativa di cocaina, suddivisa in 12 dosi pronte per lo spaccio, oltre a strumenti per il confezionamento e denaro ritenuto provento dell'attività illecita. L'arresto è stato eseguito come risultato di un'attività investigativa condotta dalle forze dell'ordine.

Le indagini si sono sviluppate grazie all'attività di controllo, durante la quale gli agenti avevano individuato il cittadino tunisino mentre stava cedendo una dose di cocaina a un uomo italiano. Un rapido intervento delle forze dell'ordine ha permesso di sequestrare la droga e di fermare il sospetto spacciatore.

In seguito agli ulteriori accertamenti, è stato rinvenuto e sequestrato un quantitativo totale di circa 20 grammi di cocaina, suddivisi in 12 involucri pronti per essere venduti al dettaglio. Sono stati anche trovati bilancini di precisione, materiale per il confezionamento della droga e una somma di denaro pari a 990 euro, ritenuta proveniente dall'attività di spaccio di sostanze stupefacenti.

Dai controlli della polizia è inoltre emerso che il cittadino tunisino aveva un ordine di espulsione dal territorio nazionale, emesso nel luglio 2017 dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Potenza, congiuntamente a un decreto di dichiarazione di pericolosità sociale.

La presenza di prove incontrovertibili ha portato all'arresto dell'uomo sia per il reato di spaccio e detenzione ai fini di spaccio di cocaina, sia per la sua posizione di clandestino sul territorio nazionale. L'Autorità Giudiziaria ha disposto il collocamento dell'individuo nelle camere di sicurezza della Questura di Ancona, in attesa della convalida del provvedimento restrittivo, prevista per la giornata odierna.

È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAncona oppure aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter




Questo è un articolo pubblicato il 19-08-2023 alle 12:44 sul giornale del 20 agosto 2023 - 214 letture






qrcode