contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
articolo

Falconara: Parte con CART una nuova stagione di esposizioni e arte

4' di lettura
64

Il Centro di piazza Mazzini rilancia il calendario delle esposizioni dopo la mostra estiva di Benvenuti e Tonti, che ne cura la direzione artistica. Oggi la presentazione

Il CART – Centro documentazione ARTe contemporanea di Falconara Marittima, è lo spazio Civico espositivo e museale, che il nuovo corso della giunta del sindaco Stefania Signorini con l’assessore alla Cultura Marco Giacanella hanno inteso riproporre all’attenzione del pubblico per proseguire un iniziale percorso di grandi mostre ed eventi cominciato fin dal 2009.

Ad inaugurare la nuova stagione espositiva sono in mostra le opere di Paolo Benvenuti e Stefano Tonti, due tra i noti e prestigiosi artisti marchigiani della generazione degli anni Cinquanta. L’iniziativa è il prologo di una programmazione che arriverà fino alla prossima estate, come annunciato nella mattinata di oggi, sabato 30 settembre, dal sindaco Signorini, dall’assessore Giacanella e dallo stesso professor Tonti, che cura la direzione artistica del Centro.

«La volontà è quella di rilanciare il Cart – ha spiegato il sindaco Signorini – uno spazio suggestivo nel cuore della città, dopo la grande stagione di iniziative organizzate a partire dal 2009, che mi ha visto impegnata come assessore alla Cultura. Con Stefano Tonti abbiamo organizzato mostre che non erano mai state a Falconara e ora dopo la pandemia vogliamo ripartire, pensando anche ai più giovani, che hanno bisogno di un intervento didattico di mediazione per avvicinarsi all’arte contemporanea. Per questo è fondamentale il contributo del professor Tonti, che ringrazio per il suo impegno per aver messo a disposizione la sua competenza e il suo entusiasmo». «Abbiamo riannodato il filo che si era interrotto – ha aggiunto l’assessore Giacanella – nella consapevolezza che la cultura crea identità, un aspetto molto importante per Falconara». «La mia direzione intende dare un taglio scientifico a questo spazio espositivo e alle iniziative che saranno organizzate – ha spiegato Tonti – e di valorizzare la posizione di Falconara, centrale rispetto alla regione: questo è un elemento che favorisce il rapporto con le principali istituzioni culturali marchigiane, per ottenere il loro contributo in termini di opere degli autori dell’ultimo Novecento. Con i prestiti acquisiti per la collezione permanente diventiamo referenti degli enti museali marchigiani per avere in questo senso riconosciuto il nostro ruolo istituzionale. Sarà valorizzato anche l’aspetto didattico, con la creazione di un laboratorio negli spazi del Cart».

I prossimi appuntamenti sono previsti a partire da ottobre, con l’inaugurazione della personale di Carlo Cecchi, cui seguirà l’allestimento a novembre di una mostra dedicata alla Collezione d’arte di Armando Ginesi (celebre personalità della storiografia artistica marchigiana e nazionale), per continuare nel 2024 con una personale dello scultore marchigiano Cesare Iezzi, di una mostra di disegni di Paolo Annibali, una retrospettiva di Oscar Piattella in primavera e la programmazione di mostre di altri importanti artisti marchigiani e nazionali, che andranno a completare il calendario di espositivo fino alla prossima estate.

Anche gli spazi fisici del CART avranno una nuova organizzazione: l'ingresso principale su Piazza Mazzini aprirà l'allestimento delle opere in Collezione ed una sala, come già visto, sarà dedicata a laboratorio didattico, per completarsi nel piano seminterrato tra la ‘Sala gialla’, che concluderà la Collezione con opere di altri artisti marchigiani, per terminare poi nella storica sala dedicata alle opere di Valeriano Trubbiani su Giacomo Leopardi. Le mostre temporanee troveranno spazio nelle altre due sale adiacenti.

La nuova proposta espositiva fa seguito agli allestimenti dall’inaugurazione del Centro nel 2009, con le personali monografiche a tema su Osvaldo Licini, Sante Monachesi, Andrea Granchi, Paolo Gubinelli e Tonino Guerra, Luigi Mainolfi, Omar Galliani, oltre a quelle su Fortunato Depero in occasione del centenario del Futurismo e sulla Collezione della Farnesina in occasione del 150° dell’Unità d’Italia. Il CART di Falconara intende proseguire nella proposta di una condivisa riflessione e conversione didascalica sul territorio delle maggiori valenze dell’arte contemporanea, con un ruolo già riconosciuto nel 2011 nella sezione Percorsi e soste presente all’interno del catalogo generale della LIV Biennale di Venezia Lo stato dell’arte a cura di Vittorio Sgarbi.

IL CALENDARIO DELLE MOSTRE

Carlo Cecchi, dal 6 al 31 ottobre;

Armando Ginesi, dall’11 novembre al 14 gennaio;

Cesare Iezzi, dal 26 gennaio al 25 febbraio;

Paolo Annibali, dall’8 marzo al 14 aprile;

Oscar Piattella, dal 27 aprile al 9 giugno;

Stefano Di Stasio, dal 22 giugno a Ferragosto



Questo è un articolo pubblicato il 01-10-2023 alle 11:53 sul giornale del 02 ottobre 2023 - 64 letture






qrcode