contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CRONACA
comunicato stampa

Faceva parte della Mafia Nigeriana. Detenuto di Barcaglione è stato espulso e sconterà la condanna in patria

1' di lettura
268

arrestato cittadino

Nella giornata di ieri gli operatori della Questura dorica hanno dato esecuzione a due provvedimenti di espulsione rispettivamente a carico di uno straniero di origine nigeriana classe '87 ed uno straniero di origine tunisina classe '85.

In merito al primo soggetto, questi era gravato da numerosi precedenti in materia di sfruttamento della prostituzione, stupefacenti, violenza, resistenza, incendio. Da ultimo, si trovava detenuto presso la Casa Circondariale “Barcaglione” dove scontava una pena ad anni 5 di reclusione, per associazione di tipo mafioso, in quanto appartenente all'organizzazione della “mafia nigeriana”. Nelle prime ore del pomeriggio lo straniero veniva accompagnato da mezzo di personale specializzato presso il Centro per il Rimpatrio di Ponte Galeria (RM).

Con riferimento al cittadino tunisino, anche quest’ultimo si trovava recluso presso il carcere “Barcaglione”. A carico dello straniero risultano precedenti in tema di ricettazione, furto, spendita di monete false, nonché l’emissione di numerosi provvedimenti di espulsione cui non si era riusciti a dare esecuzione in precedenza. Nel tardo pomeriggio ieri, questo veniva prelevato dal carcere ed accompagnato presso il CPR di Gradisca d’Isonzo (GO).

Il Questore Capocasa: "lo strumento dell'accompagnamento presso i Centri per il Rimpatrio è altamente incisivo ed efficace poiché consente di portare via materialmente dal territorio soggetti destabilizzanti per l'ordine e la sicurezza pubblica, in attesa di essere successivamente rimpatriati nei loro Paesi di origine."



arrestato cittadino

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-11-2023 alle 12:58 sul giornale del 28 novembre 2023 - 268 letture

All'articolo è associato un evento






qrcode