contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Falconara, Baldassini: “Trasporto scolastico, nessuna esenzione totale per le fasce deboli”

3' di lettura
270

A ritornare sull’argomento è il capogruppo di opposizione Baldassini Marco (Vola, Ancora Falconara M.ma e Riformisti per Falconara ) il quale accusa l’amministrazione di aver aumentato i costi e tolto l’esenzione per le fasce deboli.

“Avevo chiesto di rivedere lo stradario del pulmino per offrire un maggior servizio estendendolo anche alle richieste delle famiglie non residenti a Falconara già durante la commissione consiliare della vicenda Tundo “ afferma Baldassini.

Oggi , passati quasi tre anni . la richiesta non è stata accolta e sarà presentato, in votazione in consiglio comunale, un “copia e incolla “ del vecchio stradario; ad aggravare inoltre la situazione economica per le famiglie è soprattutto l’aumento del costo passato da 154 a 190 euro per il viaggio a/r e da 90 a 120 euro per il viaggio singolo.

“Questo sindaco e la sua giunta stanno continuando a mettere mano nelle tasche dei cittadini per far quadrare i conti del bilancio” sostiene Baldassini , ma spendono soldi per il “panen et circenses” accecando i falconaresi utilizzando il classico “specchietto per le allodole” e andando inoltre alla disperata ricerca di sponsorizzazioni economiche per poter svolgere gli eventi mediatici pur di distrarre l'attenzione dai veri problemi della città.

Baldassini fa presente che è ancora in attesa di conoscere se la richiesta del pulmino per le uscite didattiche sarà previsto già dal prossimo anno a.s. 2024/25 e a che costo “ la richiesta era stata avanzata nell’ultima commissione consiliare a cui parteciparono , come auditrici, alcune insegnati” . “Oggi le classi non possono utilizzare il trasporto scolastico per l’intera giornata di uscita didattica perché deve rientrare entro le ore 12:00 , limitando quindi i luoghi da poter visitare”.

Concludendo la riflessione è d’obbligo : “ le decisioni di eliminare l’esenzione totale per le fasce deboli e aumentare inoltre il costo del servizio è indubbiamente un’azione messa in campo dalla giunta Signorini per disincentivare l’utilizzo del trasporto scolastico venendo meno la socializzazione e l’integrazione tra i bambini ma soprattutto porterà le vie di accesso ai plessi scolastici essere intasate dalle auto private che oltre a creare situazioni di pericolo , porterà l’inevitabile congestione delle vie cittadine e l’aumento dello smog vicino alle scuole. Si dovrà prevedere un maggior impiego degli agenti della polizia locale davanti ai plessi scolastici , visto anche il "flop" dell’amministrazione comunale nella ricerca dei nonni civici per presidiare gli ingressi e le uscite dei bambini da scuola….eppure il comune ha istituito nel 2019 un “albo dei volontari civici comunali” fortemente voluto dallo stesso Baldassini e dall’allora vicesindaco Yasmin Aldiry e il suo regolamento, nel punto E) prevede: “Settore istruzione: vigilanza davanti agli istituti scolastici durante l’ingresso e l’uscita degli studenti dai vari plessi, accompagnamento sugli scuolabus comunali dei bambini della scuola dell’infanzia e bambini disabili della scuola dell’obbligo, supporto nelle attività dei centri estivi”.

Il tutto è illustrato nel sito istituzionale all’indirizzo : https://www.comune.falconaramarittima.an.it/pagina133983_volontariato-civico.html

FIRMATO

Baldassini Marco

Capogruppo VF/RPF/AF



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2024 alle 10:21 sul giornale del 13 aprile 2024 - 270 letture






qrcode