contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Gruppo PD: "Alloggi di edilizia pubblica: situazione sotto controllo. Auspichiamo che si prosegua il lavoro già iniziato"

2' di lettura
42

Ad Ancona gli alloggi di edilizia pubblica sono circa 3.500, in parte di proprietà comunale e in parte di proprietà ERAP, con una gestione totalmente a carico del Comune di Ancona.

A fronte di questa vasta galassia di immobili, costituita per lo più da case popolari, le situazioni che necessitano di essere regolarizzate riguardano pochi alloggi (una ventina) che fanno parte del “segmento” degli Alloggi di Emergenza Sociale.

Si tratta di immobili assegnati provvisoriamente a persone che si trovano in situazioni di forte emergenza e disagio sociale, magari perché colpite da sfratti per morosità incolpevole. La gestione degli alloggi di edilizia pubblica nel suo complesso, però, è decisamente sotto controllo.

La precedente amministrazione, anche nell’ambito della riqualificazione degli immobili di edilizia pubblica di Via Marchetti (oggi purtroppo ferma), aveva già effettuato una mappatura di tutti gli alloggi comunali, in modo da verificare, per esempio, a che titolo fossero occupati. Gli assessorati ai Servizi Sociali e al Patrimonio avevano poi iniziato a lavorare congiuntamente per sanare le problematiche riscontrate.

Non possiamo, quindi, che essere favorevoli alla prosecuzione di tali attività, e riteniamo si debba provvedere a regolarizzare tutte le situazioni che lo richiedono.

Chiediamo, però, cautela sui numeri e attenzione per le persone.

L’assessore Eliantonio, riferendosi ai mancati introiti, ha citato cifre che appaiono quasi fantasiose e che andrebbero verificate. Considerato che le irregolarità riguardano principalmente immobili di emergenza sociale, per i quali è ragionevole prevedere, al limite, canoni estremamente contenuti, ci sembra improbabile arrivare a conteggiare certi importi.

Auspichiamo che questa Amministrazione agisca, ma senza mai dimenticare le persone e le loro difficoltà. La destra, che mette in campo condoni sulle multe e che è favorevole alla pace fiscale, non si accanisca contro i più fragili, agisca con equilibrio.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-04-2024 alle 09:19 sul giornale del 13 aprile 2024 - 42 letture






qrcode