contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Fibrosi cistica, il papà-triatleta Fabio Guiotto ha percorso 400 km da Valdagno a Numana per raccogliere fondi

2' di lettura
402

Una tre giorni di sport e solidarietà per sensibilizzare sulla fibrosi cistica.

È quella che si è conclusa ieri, 12 maggio, a Numana, e che ha avuto come protagonista il triatleta Fabio Guiotto, papà di Davide, un bambino affetto dalla malattia genetica rara. Obiettivo dell'evento raccogliere fondi per acquistare attrezzature sportive destinate ai pazienti del Centro di Riferimento Regionale per la Fibrosi Cistica dell'Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche, diretto dalla Dottoressa Benedetta Fabrizzi.

L’iniziativa rientra nell'ambito del progetto ‘Sport per la Fibrosi Cistica 2024’ promosso dalla Lega Italiana Fibrosi Cistica (LIFC) Marche ODV guidata da Silvia Piazzini, moglie di Guiotto e mamma di Davide. Il triatleta, partito dal suo paese di origine, Valdagno (comune della provincia di Vicenza in Veneto), ha percorso 400 km tra corsa, bici e nuoto, per arrivare a Numana, dove vive con la sua famiglia.

Ad accogliere il papà-atleta, al suo arrivo a nuoto a Numana, c’erano la Dottoressa Cinzia Cocco, direttore amministrativo dell’AOU delle Marche e Presidente della Fondazione Ospedale Salesi Onlus, il consigliere regionale Mirko Bilò in rappresentanza della Regione Marche e il sindaco di Numana Gianluigi Tombolini. Presente anche la Direttrice del Centro di Riferimento Regionale per la Fibrosi Cistica dell'Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche Benedetta Fabrizzi.

Grande apprezzamento per l'iniziativa è stato espresso dalla Presidente della Fondazione Ospedale Salesi Onlus, Cocco: "La solidarietà e il volontariato sono fondamentali nel contribuire a supportare il livello di eccellenza delle nostre strutture ospedaliere" ha detto, ricordando il ruolo strategico della Fondazione Salesi nel qualificare ulteriormente il Dipartimento Materno Infantile dell'AOU delle Marche.

“C’è grande attenzione da parte dell’Azienda Ospedaliero Universitaria delle Marche e della Regione alla cura di questa grave patologia” ha proseguito Cocco, ringraziando a nome della direzione generale dell’AOU delle Marche e della Fondazione Ospedale Salesi Onlus, “i validissimi professionisti per l’impegno profuso nel reparto” che è punto di riferimento nel panorama nazionale per la fibrosi cistica. Un ringraziamento, la Presidente della Fondazione Salesi, lo ha rivolto anche alla Lega Italiana Fibrosi Cistica (LIFC) Marche. Le attrezzature donate saranno impiegate per lo svolgimento di test e allenamenti mirati, sotto la supervisione degli operatori del Centro.


È attivo il servizio di notizie in tempo reale tramite Whatasapp e Telegram di Vivere Ancona.
Per Whatsapp iscriversi al canale https://vivere.me/waVivereAncona oppure aggiungere il numero 350.0532033 alla propria rubrica ed inviare allo stesso numero un messaggio.
Per Telegram cercare il canale @vivereAncona o cliccare su t.me/vivereancona
Seguici su Facebook e Twitter




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-05-2024 alle 11:30 sul giornale del 14 maggio 2024 - 402 letture






qrcode