contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA >
articolo

Allenamento personalizzato: perchè sceglierlo

3' di lettura
10

L’attività fisica fa bene, ma è noiosa.

Sono poche le passioni sportive che spingono a continuare. Una motivazione che spesso è quella in grado di mantenere alto un certo interesse, è l’obiettivo di avere un bel corpo, ben formato. Solo che questo non basta a tutti, specialmente quando non si raggiungono degli obiettivi in tempi brevi.

Avete mai seguito una dieta, magari consigliato da un amico/a che su di voi non ha proprio effetto? Oppure vi siete mai chiesti com’è possibile che allenarsi per tanto tempo, 3 ore al giorno, in palestra o con la corsa, non vi fa perdere velocemente peso? Addirittura la tonicità muscolare varia da soggetto a soggetto.

Naturalmente abbiamo un metabolismo che è diverso, come lo stile di vita e l’alimentazione. Questo determina sia la perdita di peso che poi la resa degli allenamenti o attività sportive che facciamo. In poche parole: non per tutti vale la stessa regola.

Per avere finalmente dei risultati validi occorre un Allenamento personalizzato che tenga in considerazione noi e non che siano generalizzati. Infatti è per questo che tante palestre, alla fine dei conti, perdono continuamente abbonati.

PERCHE’ PERSONALIZZARE ALLENAMENTO?

Come mai hai intenzione di fare attività fisica? Le risposte sono diverse. Perdere peso, tonificare, diventare più muscoloso, fisioterapia, irrobustire il corpo, prevenire l’invecchiamento, eliminare la cellulite.

Ogni risposta è valida, ma per arrivare ad un obiettivo occorre considerare “te” come soggetto. Questo vuol dire che occorre personalizzare un allenamento settimanale in base a: età, stile di vita, tipologia di attività quotidiana, tempo a disposizione, alimentazione, peso, lavoro (sedentario o attivo).

Teniamo poi in conto anche quale sia la reale attività funzionale del corpo umano. Noi siamo studiati per “abituarci” a fare determinati movimenti e questo vuol dire che andiamo ad assumere una buona quantità di calorie che ci permetta poi di sostenere l’attività. Una volta che però il corpo si abitua a fare degli allenamenti, essi non sono più efficaci. Non riusciamo più a bruciare calorie e quindi o ingrassiamo oppure rimaniamo stabili nel peso.

Per continuare a perdere peso o comunque a progredire, si deve cambiare l’allenamento, di media, ogni 2 settimane. L’attività fisica viene modificata in base ai progressi che si fanno. Ecco come mai è importante una personalizzazione della nostra attività sportiva.

Costanza e divertimento

Arriviamo poi ad una verità che non piace a tutti, ma che tutti abbiamo in comune: la noia! Lo sport non è divertente quando diventa costante. Paragoniamolo ad un lavoro. Inizialmente può essere divertente, stimolante, ma quando tutti i giorni è sempre la stessa cosa, ci si annoia.

Siccome l’attività fisica è faticosa, basta un nonnulla per iniziare a rallentare il tempo oppure a saltare qualche esercizio. Il risultato è quello di non continuare e di abbandonare il tutto. Sarà capitato anche a voi e state tranquilli che capiterà in futuro.

L’unica cosa che si deve fare per stimolare il cervello, poiché è lui che ci dice di annoiarci, è cambiare il tipo di allenamento. L’alternanza è benefica ed è il segreto che usano gli sportivi agonisti.



Questo è un articolo pubblicato il 22-05-2024 alle 11:38 sul giornale del 22 maggio 2024 - 10 letture



qrcode