contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA >
articolo

Come organizzare lo sgombero di un box

3' di lettura
6

Uno sgombero si decide anche in base a quali sono le destinazioni finali delle merci che sono all’interno del locale da svuotare. 

Sgomberare è un compito impegnativa, un lavoro che richiede: tempo, attrezzi giusti, veicoli adatti e conoscenza delle tipologie di smaltimento dei rifiuti.

Uno sgombero si decide anche in base a quali sono le destinazioni finali delle merci che sono all’interno del locale da svuotare. In caso volete buttare via tutto meglio sapere le procedure o richieste che sono fatte dal vostro Comune di residenza perché ci possono essere addirittura delle richieste di pagamento dello smaltimento rifiuti.

Oppure c’è lo sgombero in cui si vuole tenere parte delle merci che ci sono nel locale. In questo secondo caso si deve valutare quello che è buono da ciò che non lo è.

Preparatevi quindi a organizzare questo compito, ma in modo da nona vere contrattempi e disguidi di vario genere.

ORGANIZZA LO SGOMBERO

Pianificazione e “preparazione”! Questi sono due termini che sono fondamentali in un lavoro di svuotamento dei locali. Tra i lavori più impegnativi ritroviamo quello che riguarda i box. Questi sono locali che vengono utilizzati come depositi. Piccoli o grandi che siano, appartenenti a privati o ad aziende, al loro interno troviamo di tutto.

Purtroppo non ci si rende conto della quantità di merci che sono al loro interno, se non quando si è costretti a svuotarlo interamente. Tra l’altro è bene che non si arrivi mai a riempirlo totalmente perché poi c’è una forte riduzione della metratura e dello spazio di movimento. Meglio che si effettui lo Sgombero box almeno una volta all’anno.

Ad ogni modo la pianificazione vi permette di preparare tutto quello che vi sarà necessario per questo lavoro. Nello specifico si valuta quale sia la mole di lavoro da svolgere. Quanta robaccia dovete buttare? Cos’è che volete tenere? Vi conviene continuare a stoccare le merci al suo interno? Domande che vi aiutano a pianificare gli interventi da fare.

Occorre poi avere il materiale per fare lo sgombero, come: sacchi resistenti, scatole e scatoloni, nastro adesivo, attrezzi per smontare mobili, forbici e taglierino, guanti e occhiali protettivi. Inoltre, per velocizzare lo spostamento delle merci che ci sono nel box, dovete avere carrelli e manodopera di facchinaggio.

Separazione oggetti da buttare

In uno sgombero di un box difficilmente vogliamo continuare ad avere quello che c’è al suo interno. di solito esso viene svolto proprio perché ci sono tante, troppe cose, da buttare.

Ogni Comune può decidere delle regole per lo smaltimento corretto. Addirittura le isole ecologiche non recuperano tutto quello che si deve buttare. Quindi dovete informarvi su quali sono le richieste del Comune. A questo punto suddividete i materiali tra quelli che si recuperano, come: plastica, vetro, legno, da quello che si deve buttare. Mobili in legno vecchio e ammuffito ad esempio.

Solo quando avrete fatto una classificazione esatta potrete trasportare il tutto presso gli stabilimenti oppure le isole ecologiche che sono più vicine. In caso di grandi volumi di merci è necessario avere dei furgoni e delle bolle di trasporto che verifichino il carico. Questi sono documenti che vengono preparati da parte di ditte che sono specializzati negli sgomberi e che conoscono tutte le richieste del Comune di appartenenza.



Questo è un articolo pubblicato il 11-06-2024 alle 15:54 sul giornale del 11 giugno 2024 - 6 letture



qrcode