contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Scuola: lavori alle Verne e alle Piaget

3' di lettura
1416

ancona
Fotovoltaico a Montedago.

Si impiegheranno circa 8 mesi per i lavori di adeguamento sismico della scuola materna Piaget di Ancona di via Montegrappa e 12 mesi per un analogo intervento alla scuola media Volta di Collemarino.


L’importo dei lavori in programma alle Volta, deliberati nel corso della giunta di lunedì scorso, è di 1.140.000 euro e sarà coperto con il contributo della Regione, della Fondazione Cariverona e del Comune di Ancona. “L’obiettivo – dice l’assessore ai Lavori pubblici Sandro Simonetti – è quello di arrivare all’affidamento entro la fine del 2008”.


Come già comunicato al Consiglio di Istituto e ai genitori in occasione di appositi incontri e assemblee, per consentire l’adeguamento sarà necessario spostare sei classi (due sezioni complete) alla scuola media Fermi di Torrette.


Per quanto riguarda le Piaget, il progetto esecutivo approvato lunedì prevede interventi sul tetto e sulle fondazioni con una spesa di 540.000 euro. Anche in questo caso si pensa di consegnare i lavori entro l’anno, con l’obiettivo di far rientrare le 4 classi che dovranno spostarsi alla scuola De Amicis per l’inizio del ciclo 2009-2010. Sempre nel corso della riunione che all’inizio della settimana è stata interamente dedicata ai lavori pubblici, l’esecutivo ha deliberato di destinare 520.000 euro per l’installazione di pannelli solari per la produzione di acqua calda sanitaria e di pannelli solari fotovoltaici per la produzione di energia elettrica alla scuola mterna-asilo nido di Montedago.


L’Amministrazione ha già messo in campo per la costruzione del plesso, con il cofinanziamento di Angelini e Fondazione Cariverona un impegno di spesa complessivo di 5.100.000 euro. Si prevede che la spesa per l’installazione dei pannelli solari fotovoltaici sarà recuperata in 12 anni grazie agli incentivi previsti per l’uso di questo tipo di energia. Il progetto si inserisce, ovviamente, nel piano più generale di risparmio energetico e di utilizzo di fonti a basso impatto ambientale perseguito dal Comune con l’installazione di tetti fotovoltaici in tutti gli istituti scolastici della città, il che permetterà, tra l’altro, di usufruire dei vantaggi e degli incentivi ministeriali.


E’ stato approvato inoltre questa settimana il progetto esecutivo l’esecuzione dei lavori, principalmente di messa a norma, in 13 edifici scolastici per un totale di 87.000,00 euro. Le scuole, interessate sono la media Donatello, la materna Grillo Parlante, la elementare De Amicis, la elementare Don Milani, la materna Curie dell’Aspio, la media Ferrucci, la media Leopardi, la materna Verne, la elementare Frank, la elementare Marinelli, la elementare Maggini, la media Podesti e la elementare Savio. Gli interventi e gli investimenti sulla scuola restano per l’Amministrazione comunale di Ancona una costante “prima linea”.


Dal 2003 al 2007 il Comune ha investito 18.600.000 euro in questo settore e oggi Ancona è una tra le poche città in Italia che investe sui nuovi plessi, come la Elia di via Sebenico, una struttura considerata all’avanguardia sul territorio per le soluzioni progettuali applicate, in cui il Comune ha investito 5 milioni di euro e dove gli alunni hanno da poco concluso il primo anno scolastico.


Altro segnale importante in questo senso è proprio il cantiere in atto a Montedago. Ma anche le Collodi, le Conero e le Verne entrano nel novero delle strutture su cui si è intervenuti con importanti opere di ristrutturazione e di ampliamento, a servizio degli studenti e dei quartieri che li ospitano. Vanno ricordati infine, per il capitolo scuola, anche gli investimenti per le nuove attrezzature e soprattutto per garantire, anche con gli scuolabus, un trasporto sostenibile, acquistando, in particolare, i pulmini a metano, che oggi, insieme con quelli dotati di filtri antiparticolato, sono un terzo del parco mezzi destinati al trasporto scolastico.



ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 04 luglio 2008 - 1416 letture