contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPETTACOLI
comunicato stampa

A Frasassi l\'acqua e la memoria tra poesia e letteratura

3' di lettura
1533

claudio longhi|
È un evento unico quello proposto venerdì 18, sabato 19 e domenica 20 luglio da L’acqua, la memoria, il percorso di “spettacoli, mostre, incontri sulle sponde dell’Esino” realizzato dall’assessorato alla cultura della Provincia di Ancona e dall’Amat.

\"Se soltanto vi fosse suono d\' acqua\" è il titolo. Dante, Hemingway, Omero, Melville, Leopardi e tanti altri per un recital letterario in tre tappe al calar del sole (inizio ore 19). Lo firma il regista Claudio Longhi con l’Associazione Mimsesis, invogliato da questa occasione di raccontare l’acqua con la memoria della poesia, del romanzo e del grande pensiero occidentale. La prima tappa, Sorgenti (venerdì 18 luglio) è a Serra San Quirico nella zona del fiume dove sono le Sorgenti Gorgovivo, la seconda Rive (sabato 19 alle Grotte di Frasassi - ci si ritrova alle ore 18.30 alla Biglietteria del parcheggio ma i posti sono limitati e bisogna prenotarsi entro giovedì 17 all’Amat, tel. 071.2075880) mentre il finale, Naufragi, è per domenica 20 alla Chiusa di Agugliano.


L’evento rientra nell’ambito del progetto del Ministero Beni e Attività Culturali e Regione Marche “ Palcoscenico Marche-Futura Memoria”. Se soltanto vi fosse suono d’acqua vuol essere un viaggio in tre tempi attraverso la letteratura: un percorso ‘storico’ tra paesaggi reali ed immaginari svarianti, lungo il corso ideale di acque (letterali e metaforiche) che, raccontando i segreti della memoria, sgorgano dalla fonte della poesia, lambiscono le rive della filosofia e sfociano nel mare magnum della narrativa.
Una circumnavigazione a tappe di territori noti e meno esplorati della scrittura occidentale, ma non solo, laddove essa si sia lasciata affascinare, nei secoli, dalle profondità degli abissi, dalle derive e dalle maree, dai gorghi e dalle correnti.


«Ontogenesi» e «cosmologia», «passione» e «memoria» sono alcuni dei ‘capitoli’ in cui andranno ad iscriversi, tra le altre, le pagine sull’acqua di Omero ed Esiodo, Dante e Melville, Hemingway ed Ortese, Eliot e Leopardi, in un percorso ondeggiante cullato di suggestioni sonore – dalla musica barocca al fluttuante Debussy – e legato alla potenza evocativa della lettura teatrale all’aperto.
Lo spettatore assisterà dunque, durante la prima serata, alla messa in voce di testi poetici che facciano della sorgente il loro tema d’elezione; il secondo giorno sarà la volta della filosofia e i fiumi, il loro corso e loro rive verranno evocati attraverso le parole di alcuni grandi pensatori; il mare, infine, verrà elogiato dai racconti, dalle novelle e dai romanzi che hanno contribuito a renderlo il luogo d’esilio ed estasi in cui da sempre il «naufragar» è «dolce».


L’acqua, la memoria è realizzata con il sostegno di MiBAC Ministero per i Beni e le Attività Culturali e Regione Marche nell’ambito del progetto Palcoscenico Marche-Futura Memoria, PoGAS Ministero per le Politiche Giovanili e le Attività Sportive nell’ambito del progetto Cohabitat, Osservatorio dell’Acqua della Provincia di Ancona e la collaborazione del Comune di Jesi e dei Comuni di: Agugliano, Castelbellino, Cerreto d’Esi, Chiaravalle, Fabriano, Genga, Maiolati Spontini, Mergo, Monsano, Monte Roberto, Sassoferrato, Serra San Quirico; del CIS Consorzio Intercomunale Servizi, Comunità Montana dell’Esino-Frasassi e Consorzio Frasassi.

Informazioni: Amat 071/2072439 Provincia di Ancona 071/5894311.
In caso di maltempo gli appuntamenti, tutti ad ingresso gratuito, si terranno al chiuso.



claudio longhi|

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-07-2008 alle 01:01 sul giornale del 16 luglio 2008 - 1533 letture