contatore accessi free

Bimbo afgano scomparso dal centro di accoglienza L\'Ancora

bambini rom| 1' di lettura Ancona 06/09/2008 - Ieri, venerdì 5 settembre, un bambino di origine afgana sbarcato al porto con una presunta zia e ospitato presso l\'istituo \'L\'Ancora\', è scappato



Non si hanno notizie del bambino di quattro anni, apparentemente di nazionalità afgana, fuggito ieri dall\'Istituo L\'Ancora di Ancona nel quale era ospitato da quattro giorni. Il bambino era sbarcato nel porto di Ancona con una sedicente zia, ma al controllo della Polizia di Frontiera la donna è risultata avere un passaporto albanese falso. L\'extracomunitaria era stata momentaneamente alloggiata presso un albergo della città mentre il bambino, affidato ai Servizi Sociali del Comune, si trovava al centro di pronta accoglienza L\'Ancora.


Sembra che il bambino abbia approfittato di un momento di distrazione degli operatori in turno per scappare, stranamente proprio lo stesso giorno in cui la presunta zia, di cui non si hanno tracce, aveva ottenuto l\'autorizzazione ad incontrarlo; è probabile che i due siano fuggiti insieme. Purtroppo non si hanno nè fotografie nè impronte digitali del minore per cui il ritrovamento risulterà molto difficile, sostiene il procuratore della Repubblica per i minorenni Ugo Pastore.


Il Comune di Ancona ha deciso di aprire un\'inchiesta interna sul caso per accertare le eventuali negligenze e responsabilità degli operatori.






Questo è un articolo pubblicato il 06-09-2008 alle 01:01 sul giornale del 06 settembre 2008 - 1572 letture

In questo articolo si parla di porto, cronaca, ancona, bambini rom, Chiara Trasatti, Ugo Pastore, L\'Ancora

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/et0V





logoEV
logoEV