contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Stazione Marittima, Virili: Non firmiamo un accordo che penalizza i pendolari

1' di lettura
1187

carla virili

\"Se il pre-accordo deliberato dalla giunta comunale ridurrà drasticamente i treni tra le stazioni Fs centrale e Marittima, penalizzando fortemente i circa 800 pendolari che li utilizzano ogni giorno, noi non firmeremo\". Così l\'assessore al Porto della Provincia di Ancona Carla Virili sulla decisione del Comune di Ancona di venire incontro alla richiesta dell\'Autorità portuale (Ap).

\"Abbiamo partecipato a un solo incontro - dice l\'assessore al Porto Carla Virili - con Ap, Comune e Regione. E in quella sede si era stabilito di non toccare i treni dei pendolari. Per noi la stazione Marittima rappresenta un\'opportunità, una fortuna, anche in vista del progetto della metropolitana di superficie. Stiamo lavorando per un servizio integrato gomma-ferrovie e lo abbiamo sottolineato anche in quell\'occasione. Avere una stazione proprio al centro di Ancona è un\'occasione che non possiamo farci sfuggire, altre città ce la invidiano\".



\"L\'Ap - continua l\'assessore - conosce benissimo la posizione della Provincia e della Regione su questo argomento. Noi abbiamo a cuore l\'interesse dei cittadini e dell\'ambiente e per questo stiamo lavorando sulla realizzazione di un\'integrazione intermodale dei mezzi di trasporto (auto private, autobus e treno), incentivando l\'utilizzo del trasporto pubblico su ferro per l\'utenza pendolare, con una significativa diminuzione delle quote di traffico pubblico e privato su gomma e conseguente riduzione dell\'inquinamento e dei tempi di percorrenza degli autobus\".



\"Comunque la Provincia è a disposizione per un ulteriore incontro con Ap, Comune e Regione - conclude l\'assessore Virili - per esaminare tutte le possibilità che favoriscano sia la circolazione all\'interno del porto sia l\'indispensabile utilizzo della stazione Marittima\".



carla virili

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-10-2008 alle 01:01 sul giornale del 09 ottobre 2008 - 1187 letture