contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPETTACOLI
comunicato stampa

Alle Muse Carlo Giuffrè in Il sindaco del rione sanità

4' di lettura
2029

Prosegue la Stagione Teatrale 2008/09 di Ancona del Teatro Stabile delle Marche e dal 13 al 16 novembre sul palcoscenico delle Muse vedremo un altro grandissimo artista italiano, che festeggia i suoi 50 anni di carriera, Carlo Giuffré che porta in scena Il sindaco del rione sanità di Eduardo de Filippo. I biglietti sono già in vendita preso la biglietteria del Teatro delle Muse.

Lo spettacolo, prodotto da Diana Oris, vede in scena con Carlo Giuffré: Monica Maiorino, Giorgia Sinicorni, Gennaro Di Biase, Geremia Longobardi, Alfonso Liguori, Pietro Pepe, Massimo Masiello, Roberta Mistione, Antonella Lori, Vincenzo Borrino, Vincenzo La Marca, Danilo Della Calce, Vincenzo Romano, Aldo De Martino, Salvatore Felaco e Stefania Aguzzi. La regia è dello stesso Giuffre,\' le scene e i costumi sono di Aldo Terlizzi e le musiche di Francesco Giuffré.


Il protagonista della commedia Antonio Barracano era riconosciuto dai meno abbienti, dai diseredati in un quartiere popolare di Napoli come loro \"Sindaco\" perché si era impegnato a proteggerli, a mettere pace con giustizia fra di loro senza ricorrere ai tribunali, dove, per la loro ignoranza e la loro povertà, non avendo \"Santi in Paradiso\" questa giustizia, forse, non l\'avrebbero mai ottenuta. Era quindi il protettore, una specie di Robin Hood, toglieva ai ricchi per dare ai poveri. Eduardo costruisce un eroe, proprio con l\'azione dimostra di non agire, crea un idolo polemico, propone un personaggio che in buona fede fa del male, un giusto che perpetua l\'ingiustizia. E\' sicuramente uno dei personaggi più complessi del suo Teatro. Di Antonio Barracano il sindaco del Rione Sanità Eduardo dice: \"E\' stato il mio ruolo preferito, è uno dei personaggi più interessanti che un attore possa desiderare\". Oggi io metto in scena questa commedia, mentre Napoli vive la tragedia della criminalità, come Eduardo aveva previsto che sarebbe avvenuto. Ma Eduardo apre uno spiraglio alla speranza e fa dire a Fabio della Ragione (quando Barracano è convinto che con i suoi metodi abbiano termine le faide) \"Le cose peggioreranno, usciranno i figli di don Antonio, i parenti di don Arturo, i compari, i comparielli, gli amici, i protettori e sarà una carneficina, una guerra, fino alla distruzione, però può darsi che da questa distruzione viene fuori un mondo migliore\".


Attore italiano, fratello di Aldo, Carlo Giuffré si iscrive da giovane all\'Accademia nazionale d\'arte drammatica, ma arriva a conoscere il teatro nel 1949 direttamente con la compagnia di Eduardo De Filippo, passaggio obbligato per tutti i partenopei di talento. La sua vita artistica sembra essere diretta da due forze parallele: da un lato interpreta ruoli di giovane dal fisico avvenente e dal fascino irresistibile; dall\'altro dimostra di essere dotato di una spiccata tendenza al comico e al grottesco. Nel 1968 è tra i protagonisti del film La ragazza con la pistola, per la regia di Mario Monicelli. Il 1978 è l\'anno di Voglia di donna che lo vede tra i protagonisti insieme a Gianni Cavina e Laura Gemser. E\' protagonista, nel 2002, del film Pinocchio di Roberto Benigni. Eduardo de Filippo scrisse Il sindaco del rione Sanità, che alcuni, tra cui Andrea Camilleri (cui provo la forte tentazione di associarmi), considerano il suo capolavoro, verso la fine della carriera, assegnando a se stesso una parte molto diversa da quelle dei poveracci un po\' trasognati nelle quali il pubblico era più abituato a vederlo comparire; e per interpretarla adottò una maschera dura, con un occhio semichiuso, una smorfia fissa, una parrucca di capelli fitti, dei tic vocali come suoni inarticolati, da uomo che si vanta di essere rimasto, riguardo alla cultura degli altri, un primitivo. (Masolino D\'amico, La Stampa - 20/12/2007).


Ricordiamo il prossimo appuntamento con High School Musical - lo spettacolo, Fuori abbonamento, il 21 e 22 novembre al Teatro delle Muse. La Stagione prosegue con Un certo Signor G, dall\'opera di Giorgio Gaber e Sandro Luporini, con protagonista Neri Marcoré e la regia di Giorgio Gallione, in scena al Teatro delle Muse dal 27 al 30 novembre. Biglietti in vendita presso la biglietteria del teatro delle Muse in via della Loggia. Per informazioni 071 5021611 - www.stabilemarche.it - per i gruppi 071 5021630.




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 12 novembre 2008 - 2029 letture