contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > CULTURA
comunicato stampa

Alle Muse la giornata mondiale della filosofia

2' di lettura
1290

teatro muse

Nell\'ambito della quarta edizione della rassegna \"Le ragioni della parola\", quest\'anno dedicata a \"Il pensiero responsabile- Etica e dintorni nella società plurale\", è stata collocata la celebrazione della Giornata mondiale della filosofia indetta dall\'UNESCO.

L\'aspetto che si è voluto focalizzare nell\'occasione è quello del rapporto tra etica e religione: ne parlerà il prof. Giancarlo Galeazzi martedì 18 novembre alle 17,30 al Ridotto del Teatro Le Muse. A metà tra le riflessioni di Edoardo Boncinelli su etica e scienza (28 ottobre) e di Gianni Vattimo su etica e filosofia (4 novembre), da un lato, e di Giacomo Marramao su etica e politica (9 dicembre) e di Francesco D\'Agostino su etica e diritto (12 dicembre) dall\'altro, si colloca la conversazione del prof. Galeazzi, quasi a sottolineare la centralità della questione, che è attualmente oggetto di un vivace dibattito.


Infatti, nell\'ambito dell\'etica pubblica si è tornati oggi a interrogarsi sul ruolo della laicità e della religione, e sul loro rapporto in una società multiculturale. Le posizioni al riguardo sono molteplici e anche contrastanti, per cui occorre anzi tutto fare chiarezza sulle diverse impostazioni, e farlo con l\'intento, cui richiama questa rassegna promossa dall\'assessorato alla cultura del Comune di Ancona, di favorire \"il pensiero responsabile\"; il che comporta rimuovere tutta una serie di pregiudizi (dal clericalismo al laicismo) che hanno finito con l\'attribuire alla questione un carattere ideologico, e promuovere una rilettura della laicità e della religiosità per evidenziarne la loro valenza etica. Il problema pertanto è come una società all\'insegna del pluralismo possa ispirarsi al principio laicità e, nel contempo, dare spazio pubblico alla religione, mostrando che l\'adesione alla laicità e l\'appartenenza ad una religione non sono incompatibili, ma, se correttamente intese, esse rappresentano le coordinate di una società capace di passare dal multiculturalismo alla interculturalità.


Impostazione, questa, che risponde proprio allo spirito della Giornata mondiale della filosofia che, a cadenza annuale, invita a guardare alla filosofia come a uno strumento di dialogo non semplicemente tra le persone ma anche tra le culture, al fine di valorizzare le differenze in un contesto di uguaglianza. Sulle condizioni che permettono di andare in questa direzione rifletterà il prof. Galeazzi alla luce dei suoi studi sul personalismo filosofico e sul pensiero maritainiano non meno che della discussione in atto, che coinvolge filosofi come Habermas e teologi come Benedetto XVI, e che, proprio in Italia, ha trovato terreno fertile per mettere a confronto etiche diverse.



teatro muse

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 14-11-2008 alle 01:01 sul giornale del 14 novembre 2008 - 1290 letture