contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Croce Gialla, ecco la nuova immagine

1' di lettura
2822

croce rossa ambulanza croce gialla
Su tutti muri della città di Ancona da venerdì saranno visibili i manifesti con la nuova immagine dell’Associazione di volontariato più antica del capoluogo. Sensibilizzare i più giovani e non solo ad impegnarsi nel sociale è una priorità. 

“La vostra salute è la nostra urgenza. Dal 1900”. E’ questo lo slogan scelto dalla Croce Gialla di Ancona per aprire la sua nuova campagna pubblicitaria. Da venerdì 13 marzo, infatti, su tutti i muri della città saranno affissi i primi manifesti per presentare la nuova immagine dell’associazione, che porta con sé l’esperienza di cent’anni, ma è sempre orientata al futuro. Una veste grafica originale, fresca, rinnovata e che punta l’attenzione sul messaggio comunicativo. Sarà, dunque, il simbolo della Croce Gialla che campeggerà nel manifesto con quell’autorevolezza che da così tanto tempo viene riconosciuta all’associazione dorica. L’intento della campagna è soprattutto quello di richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica sul volontariato. Anche in tempi di crisi, come quelli che stiamo vivendo, non bisogna mai dimenticare la necessità di impegnarsi nei confronti di chi soffre.



Servizio di 118, taxi sanitario, trasporto per visite specialistiche sono numerose le attività che la Croce Gialla porta avanti ogni giorno. L’emergenza volontari però inizia a far soffrire l’associazione di via Ragusa: a fronte dei circa 1.200 iscritti, di cui almeno la metà rappresentano la parte operativa, si stima che ne servirebbero almeno altri 400 per abbattere i costi del personale e acquistare delle nuove ambulanze. Da venerdì la voce della Croce Gialla si farà sentire più forte: con la nuova campagna di affissioni e gli spot radiofonici. Siamo certi che in molti risponderanno all’appello.

www.crocegialla.net



croce rossa ambulanza croce gialla

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-03-2009 alle 17:02 sul giornale del 13 marzo 2009 - 2822 letture