contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > SPORT
comunicato stampa

Numana: tre giorni al via del Rally Adriatico

6' di lettura
1883

rally adriatico

La settimana decisiva della sedicesima edizione del Rally Adriatico è cominciata con l’ufficializzazione dell’Elenco Iscritti. Sono 73 i concorrenti alla seconda tappa del Campionato Italiano Rally che si correrà venerdì 3 e sabato 4 a Numana, in Provincia di Ancona. Ed ora è solo attesa.

Attesa d’essere protagonisti, come partecipanti o spettatori di un evento a valenza nazionale, con implicazioni internazionali date le presenze del campione europeo e italiano 2008 Luca Rossetti e dei molti piloti stranieri.

La sedicesima edizione del Rally Adriatico ha, infatti, solleticato la voglia di esserci anche ai finlandesi Teemu Arminen, in gara con la Subaru Impreza nei colori Motoring Club, e Aki Teiskonen con una Mitsubishi Lancer per la Movisport; quella stessa voglia che spinge i drivers turchi Serkan Yazici, con una Abarth Grande Punto S 2000 della Grifone, e Burcu Cetinkaya - che si affida ad un’altra Grande Punto Super 2000 della Procar tutta “rosa”, avvalendosi della torinese Fabrizia Pons nel ruolo di espertissima navigatrice - oppure quella dei russi Dimitry Biryukov su Mitsubishi Lancer e Igor Grushelevsky a bordo di una Honda Civic Type R.

Sei invece gli equipaggi marchigiani: numero 54 gli anconetani Andrea e Mauro Balletti su Mitsubishi Lancer; numero 75 i pesaresi Alberto Montanari - Fabio Andrian su Citroen C2 R2 Max; n. 82 i pesaresi Luigi Marini e Giulia Cangini con la Opel Astra Opc; n. 86 equipaggio femminile composto dalla pesarese Alice Palazzi e la sammarinese Sara Zanotti su Renault Clio Rs; n. 88 gli anconetani Giorgio Giambartolomei e Fabio Gallorini su Citroen C2 Vts, i pesaresi Maurizio Marini e Filippo Alicervi su Opel Astra Gsi Fn3. Marini e Alicervi avranno il numero 201 in quanto correranno per la classifica del Challenge Rally Nazionali, la stessa categoria per la quale compete l’equipaggio numero 202 composto da Alessandro Violetti e Cristian Cerlini, Peugeot 106 Rallye.

I team ufficiali ci sono tutti in bella e spettacolare parata, schierati per l’affermazione al Rally Adriatico che, per la prima volta nella sua storia, mette in palio anche il Trofeo Città di Numana. L’Abarth si presenta con Luca Rossetti (Campione Italiano Rally 2008) e Umberto Scandola sulle Grande Punto Abarth S 2000, Peugeot Italia (Campione Italiano Rally Costruttori 2008) con Paolo Andreucci al volante della 207 S2000 curata da Racing Lions, Subaru Italia con Andrea Navarra a bordo della Impreza Sti N14 tecnicamente seguita da Subaru Rally Team Italy. E ce l’ha fatta anche Renato Travaglia ad esserci, e porterà in bella evidenza il numero 1 sulla Grande Punto Abarth. Non poteva perdere un’occasione così importante il campione trentino. Presentarsi all’Adriatico da numero 1 della classifica dell’italiano non è cosa da poco in chiave campionato, ancor di più per lui che ufficiale non è ed un altro risultato potrebbe lanciarlo in fuga nella corsa verso il titolo. Numerosi sono gli “Indipendenti” già protagonisti della prima gara della stagione corsa al Ciocco.


Ci sarà Emanuele Dati, con la Grande Punto Abarth Procar, e anche Alessandro Perico e Davide Medici con le Peugeot 207 S2000, sfortunati attori in garfagnana e ben decisi di rifarsi nelle Marche. Ci saranno e avranno ottime chance Simone Campedelli e Fabio Gianfico con le Mitsubishi, invece Marco Signor dovrà confermare il buono fatto vedere piazzandosi quarto con la Grande Punto Abarth della HRT. Mauro Trentin affronterà l’amica “terra” che lo lanciò al titolo del Trofeo Rally Terra l’anno passato con la Peugeot 207 S2000 della Racing Lions. Anche Daniele Ceccoli, con la Lancer della Race Art Technology, e Alan Scorcioni con quella della Rally Project, avranno modo di scrollarsi della sfortuna patita in precedenza.


A rimpolpare le fila all’Adriatico si danno appuntamento i protagonisti del “Terra”: “Dedo”, Peugeot 207 S 2000 della Grifone, Federico Martelli con una vettura gemella della Power Car, Andrea Cortinovis su Peugeot 207 della Friul Motor. Dal versante delle Gruppo N turbo troviamo anche Francesco Fanari sulla Subaru Impreza Sti Protec, Moreno Cenedese con una Mitsubishi Lancer della ProRace e Matteo Gamba con una Mitsubishi Lancer Evo IV by Nocentini. La lunga lista dei bei nomi passa anche da Giovanni Manfrinato, Paolo Pesavento e Adriano Lovisetto con le Mitsubishi, oppure dalle parti della Subaru Impreza Rally Cup di Teemu Arminen, Valter Eugeni e Gavino Carta iscritti al monomarca della Casa delle pleiadi, oppure da quelle della Mitsubishi Castrol Evolution Cup sfruttando la loro miglior tradizione di competitività.

Bella figura la potranno fare anche quelli delle più competitive vetture a due ruote motrici, Alex Raschi su Renault Clio R3, in lotta con Luca Ghegin sulla sempre promettente Honda Civic Repetto e Luigi Ricci con l’inedita Bmw 120 d, da tenere d’occhio la prestazione di Andrea Crugnola con la Suzuki Swift in classe N2. In gara con una Mitsubishi Lancer si ripresenterà anche l’ultimo vincitore dell’Adriatico, quel Denis Colombini di cui non smetteremo di tesserne le eccelse doti di guida, tali da meritare un palcoscenico ben più importante

Si svolgerà in tre giorni il Rally Adriatico, con partenza ed arrivo a Numana. Quartier generale è l’Hotel Scogliera, fronte Porto, sede della Direzione Gara, Segreteria e Sala Stampa. Giovedì 2 aprile sarà dedicato alle ricognizioni del tracciato di gara: i piloti potranno effettuarle con vetture strettamente di serie rispettando il Codice della Strada. Venerdì 3 prevede le Verifiche Sportive e Tecniche, dalle ore 8 alle 12,30, al piazzale del Porto Turistico. Lo Shake down sarà dopo le verifiche, dalle 12,30 alle 16,30. Sempre nella serata di venerdì 3 la Cerimonia di Partenza, alle ore 19 al Porto di Numana, e darà il via ufficiale alla gara.

Sabato 4 il Rally Adriatico avrà compimento. L’unica tappa scatterà da Numana alle ore 7 e prevede la disputa delle 12 prove speciali interamente sterrate, quattro differenti tracciati che saranno ripetuti tre volte per un totale di circa 122 chilometri, mentre il percorso complessivo della gara misurerà circa 450 chilometri tra le province di Macerata e Ancona. A Numana, l’arrivo della competizione è previsto per le ore 19, ultimo atto ufficiale e spettacolare, con le premiazioni a far calare il sipario della sedicesima edizione del Rally Adriatico.


rally adriatico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-04-2009 alle 18:41 sul giornale del 01 aprile 2009 - 1883 letture