contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Duca: diffido Bugaro ad associarmi ai volantini diffamatori

3' di lettura
1686

Eugenio Duca

Diffido il candidato Bugaro dall’accostare i volantini di cui parla e che solo lui conosce ad Eugenio Duca e a Sinistra per Ancona.

In nessun atto – a differenza di ciò he ha fatto il centro destra – da parte nostra ci sono state ingiurie e falsità che sono state elargite a piene mane dal centro destra di Bugaro, come nel caso delle Muse, e dal Ministro Matteoli, che sul volo Ancona-Milano ha imbrogliato i cittadini. Tutte le persone sono per bene fino a prova contraria ed abbiamo sempre espresso valutazioni politiche e mai personali. Piuttosto Bugaro dovrebbe chiedere scusa per l’occupazione abusiva degli spazi di affissione operata in gran parte dal PdL. Oltre ad essere un’azione illegittima ha recato danni a me, a Sinistra per Ancona e a Sinistra e Libertà alle Europee.


Forse il mio appello a votare Gramillano gli rovina i piani e gi fa perdere la testa. Ma non saranno certo le sue intimidazioni a armi recedere dall’impegno a contrastare il centro destra e il novello Bondi-Galeazzi. Mi fa altresì piacere apprendere che il signor Bugaro avrebbe consegnato copia dei volantini all’autorità giudiziaria, quella stessa autorità giudiziaria così osteggiata dal centro destra. Potremo così accertare chi, dove, come e quando abbia potuto pensare, stampare e distribuire quei volantini e anzi, per quanto mi riguarda, chiederò all’autorità giudiziaria di accertare se sia stato commesso, nei miei confronti e di quelli di Sinistra per Ancona, il reato di calunnia, nonché, in via del tutto ipotetica, quello di simulazione di reato. In tal senso ho già dato mandato ai miei legali così come ho fatto qualche anno fa nei confronti del capo gruppo di Forza Italia in Consiglio Comunale e che, con la coda tra le gambe, ha ritirato ogni accusa nei miei confronti.


Per quanto riguarda il novello Bondi-Galeazzi, che ha affossato il suo “amico” Sturani dal quale ha ricevuto nomine e prebende, che ha lasciato ed è diventato nemico di quel partito che lo ha fatto eleggere Sindaco e Deputato, prendo atto che prosegue il suo torbido percorso alleandosi sotto banco con i centro destra ed insinua perfino che io diverrei “alleato del giovane avvocato di Longarini”. A parte il fatto che l’ex deputato Galeazzi è stato per due anni alleati di Governo con il deputato Favia e che lo stesso Galeazzi, quando ho segnalato che sulla vicenda del Metropolitan i signori Marinelli e Fioretti erano dei presta nome del signor Longarini, mi accusò di “alimentare la cultura del sospetto”. Quanto agli avvocati, mi sono sempre avvalso di Franco Boldrini e Guido Calvi, per difendermi dalle accuse, non di corruzione come nel caso CCS dei due ex sindaci Galeazzi e Sturani, ma dai vari Longarini, Rubinacci, esponsneti del centro destra, e persino da un assessore molto amico di Palazzi e Sturani some D’Alessio (procedimenti che ho sempre affrontato rinunciando alla cosiddetta immunità parlamentare, e vinto).


Spero che coloro che hanno votato Galeazzi al primo turno si rendano conto della bassezza politica cui è giunto e si importino di conseguenza per impedire di consegnare la città ala destra, agi ex e neo fascisti e ai sensali vecchi e nuovi di Longarini.



Eugenio Duca

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-06-2009 alle 17:40 sul giornale del 19 giugno 2009 - 1686 letture