contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Avis e Comune: lettere di sensibilizzazione ai neo diciottenni

3' di lettura
3829

goccia Avis

Partiranno in questi giorni le prime lettere di auguri ai neodiciottenni firmate dal nuovo sindaco Fiorello Gramillano, per sensibilizzare i giovani anconetani sull’importanza della donazione del sangue. L’iniziativa è condotta in collaborazione con l’Avis e la sua ripresa è stata una delle prime scelte di Gramillano.

“Ho ritenuto importante – ha detto il primo cittadino - far ripartire subito questa “buona abitudine” del Comune di Ancona, poiché credo che sia fondamentale l’opera di sensibilizzazione alla cittadinanza su queste tematiche e mi sembra molto importante che questa parta proprio dai cittadini più giovani. Donare sangue è un gesto di generosità e, al contempo, di responsabilità sociale e civile. Rappresenta, inoltre, per i giovani, una doppia occasione: da un lato hanno la possibilità di rendersi utili con un gesto concreto rispetto a una necessità effettiva e dall’altro possono rendersi conto di quanto siano preziose la loro vita e la loro salute: preziose a tal punto che diventano fondamentali per la vita e la salute degli altri. Per questo vanno tutelate e conservate nel migliore dei modi”.


“Hai compiuto diciotto anni – si legge nella lettera che arriverà nelle case dei d diciottenni - l’età che ti permette di avere molti diritti e qualche dovere in più. Noi vorremmo rubarti cinque minuti per sottoporre alla tua attenzione un \"diritto/dovere\": la donazione di sangue. È un gesto di grande civiltà, un atto prezioso; non solo per chi ne beneficia, ma anche per chi lo fa. Il sangue è insostituibile: non si fabbrica, non è riproducibile, salva veramente vite in pericolo. Testimonia concretamente solidarietà, dimostra un senso di umanità e di apertura verso gli altri che un giovane come te sicuramente avverte. Non è legata né a fedi religiose, né a ideologie politiche. È il senso di un altruismo che tutti dovremmo avere. La donazione è un gesto semplice. L\'Associazione dei donatori di sangue, attraverso i controlli sanitari, è garante della tua salute. Basta avere 18 anni, pesare più di 50 kg, essere sensibili alla vita. Vai all\'AVIS e saprai se puoi essere un donatore in più. Te la senti di festeggiare così la maggiore età?”.


L\'opera di sensibilizzazione condotta costantemente sul territorio ha portato, negli anni, a un incremento costante delle donazioni: gli ultimi dati parlano di una crescita di 41 unità rispetto a maggio del 2008 e di 180 richieste di nuove iscrizioni da gennaio a maggio 2009. All’inizio dell’anno, inoltre, il Comune di Ancona aveva avviato un’opera di sensibilizzazione dei dipendenti, firmando un protocollo d’intesa con l’Avis comunale. Anche di q uesta iniziativa, fanno sapere i responsabili dell’associazione, si cominciano a registrare numerosi esiti positivi, soprattutto in termini di sensibilizzazione e di diffusione di una sempre più radicata coscienza della solidarietà.


“Sono particolarmente lieto della ripresa di questa iniziativa – ha commentato il presidente dell’Avis comunale Alessandro Cartuccia, che firmerà il messaggio insieme con Gramillano – in un momento di nuove progettualità. Sono sicuro che avremo un rapporto proficuo e costruttivo con il nuovo sindaco, del quale tutti conosciamo la sensibilità rispetto ai temi della formazione dei giovani. Cogliamo dunque l’occasione per rinsaldare i rapporti e proseguire sulla strada della collaborazione con il Comune di Ancona, cercando di sensibilizzare ulteriormente la popolazione sull’importanza della donazione, soprattutto in un periodo di potenziale carenza di scorte, quale è di solito l’estate. Magg. Auspico che questa collaborazione si sviluppi ulteriormente, con il coinvolgimento attivo delle Circoscrizioni”.



goccia Avis

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-06-2009 alle 16:58 sul giornale del 30 giugno 2009 - 3829 letture