contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Gnocchini: la verità sul conflitto d\'interessi dell\'assessore Panzini

2' di lettura
1484

ancona

\"Gli incarichi conferiti dalla Provincia di Ancona alla Marchingegno srl sono di una tale rilevanza di natura sia economica sia politico istituzionale da non poter esimere la giunta Casagrande da intraprendere una netta chiusura dei rapporti con la società riconducibile all’Assessore alla cultura del Comune capoluogo\".

Dall’agosto del 2007 ad oggi l’Amministrazione provinciale ha conferito 14 incarichi onerosi alla Marchingegno per un totale di spesa di quasi 240 mila euro. In pratica, in media una volta ogni mese e mezzo la giunta Casagrande delibera di incaricare la società per la fornitura di vari servizi che vanno dalle attività culturali, alla comunicazione, alla stampa e grafica ecc. ecc. con notevoli costi che gravano inevitabilmente sulle tasche dei cittadini.



Ma il punto in questione è soprattutto un altro. Da qui in avanti è corretto che l’Ente provinciale continui a pagare una società indirettamente riferibile all’attuale assessore alla cultura del comune di Ancona per l’espletamento di attività, come il progetto Cohabitat o il servizio comunicazione per il sistema dei trasporti pubblici, che investono anche l’Amministrazione dorica e in alcuni casi lo stesso assessorato alla cultura del quale la Panzini è titolare?



Per quanto riguarda poi il Comune di Ancona, la situazione è pressoché analoga in quanto dal 2008 ad oggi la Marchingegno ha beneficiato di circa 130 mila euro di incarichi, alcuni dei quali ancora in essere e non ancora liquidati. Correttezza istituzionale e trasparenza amministrativa vorrebbe che, da qui in avanti, queste amministrazioni rescindessero ogni rapporto di collaborazione con tale società ovvero che l’assessore Panzini rimetta il suo mandato istituzionale conferitole dal sindaco di Ancona, onde non dover sottostare ad una serie di interrogazioni consiliari, di verifiche politiche ed esposti alla Magistratura contabile per ogni atto che da qui in futuro coinvolgeranno la società della quale è socio il suo consorte.



ancona

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2009 alle 15:51 sul giornale del 09 settembre 2009 - 1484 letture