contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Tarsu: primo avviso per il pagamento

2' di lettura
2695

euro

Anche per l’anno 2009 la Tassa Rifiuti viene riscossa direttamente dal Comune di Ancona. Il pagamento della tassa potrà essere effettuato in due rate o in un’unica soluzione, presso qualsiasi Ufficio postale o sportello della Tesoreria Comunale Banca CARIGE, utilizzando i bollettini allegati alla lettera che gli utenti stanno ricevendo a casa in questi giorni.

I pagamenti possono avvenire anche on line, sul sito www.poste.it, con addebito sul conto corrente postale o sulla carta di credito, ovvero sulla carta Postepay. Il pagamento può avvenire anche tramite addebito automatico sul conto corrente bancario o postale. Per tutte le informazioni sull’attivazione del servizio si può contattare il numero verde 800551881. Per tutti gli adempimenti e le informazioni gli interessati potranno rivolgersi ad Ancona Entrate Srl. Il servizio è aperto al pubblico il lunedì, il mercoledì e il venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00, il martedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 e il giovedì dalle ore 10.00 alle ore 16.00. Le informazioni si trovano anche al numero verde 800551881 o sul sito Internet http//tributi.comune.ancona.it. La prima rata ha termine di pagamento il 15 settembre 2009, la secona il 16 novembre 2009. Si può anche pagare in unica soluzione entro il 15 settembre 2009. L’importo, se non versato nei termini, sarà riscosso con procedura di recupero coattivo, con l’aggiunta di ulteriori oneri a carico del contribuente.


La tassa rifiuti deve essere pagata da chiunque occupi o detenga locali o aree suscettibili di produrre rifiuti, indipendentemente dal fatto che essi siano o meno proprietari degli immobili. I soggetti alla tassazione sono tenuti a presentare alla società Ancona Entrate srl apposita denuncia entro il 20 gennaio successivo all’inizio dell’occupazione o detenzione. La denuncia ha effetto anche per gli anni successivi, qualora le condizioni di tassabilità rimangano invariate. In caso contrario, l’utente è tenuto a denunciare ogni variazione relativa a locali ed aree, alla loro superficie e destinazione che comporti un maggiore ammontare della tassa o che comunque influisca sull’applicazione e riscossione del tributo in relazione ai dati da indicare sulla denuncia.


Quando l’occupazione o la detenzione dei locali e delle aree tassabili viene a cessare, il contribuente deve presentare tempestivamente la denuncia alla società Ancona Entrate srl. La cessazione medesima dà diritto all’abbuono della tassa a decorrere dal primo giorno del bimestre solare successivo a quello in cui è stata presentata la denuncia stessa. La tassa viene corrisposta in base a tariffe differenziate per destinazione d’uso dei locali (o aree) moltiplicate per la superficie espressa in metri quadrati e decorre dal primo giorno del bimestre solare successivo al giorno in cui ha inizio l’occupazione.



euro

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-09-2009 alle 14:02 sul giornale del 09 settembre 2009 - 2695 letture