contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Fusco: lavoro accessorio un aiuto alle classi deboli

1' di lettura
1493

Italia dei Valori
Nei casi di più grave disagio economico e sociale, l’amministrazione comunale, potrebbe per sostenere le famiglie ed i soggetti in difficoltà, utilizzare la figura del lavoro accessorio, come mezzo di aiuto e sostentamento economico avente carattere straordinario.

Questo perché, la Finanziaria 2010, nell\'ottica del sostegno al mercato del lavoro, ha ampliato notevolmente la possibilità di ricorrere alle prestazioni occasionali di tipo accessorio regolamentate dagli articoli 70-74 del D.Lgs. n. 276/2003.


Tra le novità figura infatti la possibilità per gli Enti locali di utilizzare le prestazioni occasionali di tipo accessorio per i lavori di giardinaggio, pulizia e manutenzione di edifici, strade, parchi e monumenti con il limite di € 5.000 per ogni lavoratore; questo porterebbe a due benefici, verrebbe innanzitutto dato un aiuto economico a chi si trova in una situazione di grosso disagio economico, ed in secondo luogo, ciò porterebbe ad un beneficio anche per l’amministrazione comunale, la quale potrebbe con l’utilizzo di questi lavoratori, colmare situazioni temporanee di mancanze di organico al suo interno.


Il pagamento avviene con dei buoni (detti voucher) con un valore singolo di € 10, comprensivi di copertura previdenziale ed assicurativa INAIL; inoltre, le somme ricevute dai lavoratori a tale titolo rimangono esenti da imposizioni fiscali. L’amministrazione comunale dovrebbe quindi prendere in considerazione la possibilità di utilizzare il lavoro accessorio come ulteriore forma di aiuto per le classi più deboli.



Italia dei Valori

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-02-2010 alle 20:24 sul giornale del 11 febbraio 2010 - 1493 letture