contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Duca: PdL ritiri sfiducia Filippini, Favia si ritiri dallo Stabile

2' di lettura
852

Eugenio Duca

Lunedì all’ordine del giorno del Consiglio comunale c’è, tra l’atro, la richiesta avanzata dai Consiglieri delle Destre tesa ad ottenere la decadenza del presidente del Consiglio Andrea Filippini.

“Se la richiesta non verrà ritirata dai presentatori –dichiara l’On. Eugenio Duca capogruppo di Sinistra per Ancona- proporrò al Consiglio la questione pregiudiziale affinché la Delibera 467 non venga posta né in discussione né in votazione in quanto il contenuto della stessa è del tutto ultronea a quanto previsto dalle leggi e dallo Statuto del comune di Ancona riguardo al ruolo del Consiglio comunale e alle funzioni del Presidente del Consiglio comunale. Basta trabocchetti e svilimento delle Istituzioni da parte del centrodestra e basta ai pettegolezzi servili in Consiglio ove, purtroppo abbiamo assistito anche in occasione del “dibattito” sulla signora Panzini.” Inoltre svolgerò un’interrogazione urgente al Sindaco sull’incompatibilità nel CdA della Fondazione Le città del teatro del Commissario IdV, On. David Favia. Una nomina “estorta” proprio in occasione della richiesta di dimissioni dell’Assessore Panzini presentata dalla Destra e sostenuta dal voto dei Favisti: lo stesso Favia, Ciotti e Tagliacozzo, eletti nella lista IdV, e del Consigliere Brandoni (ex PdCI) che spregiudicatamente hanno votato con le Destre (PdL-UDC-Vola Ancona).


Visto che –prosegue Duca- i Favisti hanno preso tempo per definire “il decalogo” tanto decantato proprio per accelerare “il cambio di passo” (in verità non hanno ancora individuato con precisione le poltrone da rivendicare e i ricatti agli (sic! alleati), suggerisco un bel gesto a quelli che si proclamano dipietristi ma si comportano da Favisti: il Commissario IdV David Favia si dimetta dalla Fondazione in cui è incompatibile a rappresentare il comune di Ancona. Non sarebbe male che la proposta venisse avanzata dal Presidente del Consiglio comunale Andrea Filippini, al quale compete la vigilanza sul rispetto delle Delibere consiliari. A meno che i Favisti siano a sostegno delle norme ad personam, quando riguardano quelli di casa!



Eugenio Duca

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2010 alle 18:00 sul giornale del 12 aprile 2010 - 852 letture