contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

I socialisti per la difesa del cantiere dorico

1' di lettura
759

partitio socialista

I socialisti anconetani esprimono la propria preoccupazione per il rischio che, dopo il varo della motonave per mini-crociere “Austral”, il Cantiere dorico rimanga senza commesse ed i lavoratori in cassa integrazione salgano dagli attuali 219 a 280/290.

Anche se lo stabilimento anconetano della Fincantieri non riveste più il ruolo di motore dell'economia cittadina che ha avuto negli anni '50 e '60, il Cantiere navale rimane una delle realtà più significative dell'attività economica della città, e un patrimonio di tecnologia e professionalità che non può essere disperso. Il porto di Ancona vive anche grazie alla presenza ed al ruolo della Fincantieri, che fa sì che il porto dorico non sia solo uno scalo per merci e passeggeri, ma mantenga anche una sua dimensione produttiva, riconosciuta ed apprezzata a livello internazionale. Sarebbe veramente singolare che, mentre si vuole rilanciare il ruolo di “Ancona porta d'Oriente” e favorire l'internazionalizzazione delle imprese marchigiane, si trascuri di sostenere adeguatamente una presenza consolidata ed importante.


Per non parlare dei riflessi occupazionali, con i lavoratori che già da tempo stanno scontando la crisi mondiale della cantieristica e che vedrebbero ulteriormente compromessi i livelli di reddito delle proprie famiglie. Per questo i socialisti anconetani invitano i rappresentanti istituzionali della città, della provincia e della regione a seguire assiduamente la procedura di distribuzione degli incentivi statali per la cantieristica, evitando che il cantiere dorico venga penalizzato rispetto ad altre località, ed esprimono la propria vicinanza ai lavoratori della Fincantieri, auspicando che tutta la città di Ancona riservi la massima attenzione per questa difficile situazione.



partitio socialista

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-04-2010 alle 16:40 sul giornale del 12 aprile 2010 - 759 letture