contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ancona aderisce al progetto Adriatico Mediterraneo

3' di lettura
834

andrea nobili

Riunione della giunta ieri a Palazzo del Popolo. Su proposta dell’assessore alla Cultura, Andrea Nobili, la giunta ha deciso di aderire al protocollo di intesa relativo al progetto Adriatico Mediterraneo che ha come partner la Regione Marche e la Provincia di Ancona.

L’accordo -oltre alla dimensione internazionale- verte anche sulla realizzazione del Festival Adriatico Mediterraneo che si terrà quest’anno nel periodo 29 agosto-5 settembre. L’edizione 2010 del Festival conoscerà un salto di qualità tale da permettere alla manifestazione di collocarsi tra le maggiori nel suo genere sul piano nazionale. Restando alla Cultura, la giunta ha approvato l’avviso pubblico di selezione per la gestione dell’arena cinematografica estiva, delle iniziative collaterali e del punto di ristoro alla Mole Vanvitelliana. Il Comune intende infatti continuare ad affidare la gestione delle proiezioni e delle manifestazioni culturali ad un soggetto esterno no-profit, che non privilegi l’aspetto commerciale ma quello culturale-ricreativo. Sempre su proposta dell’assessore Nobili, per quanto riguarda la delega ai Servizi scolastici ed educativi, l’Esecutivo ha approvato la modifica del regolamento per il funzionamento delle mense scolastiche. Accanto ad alcune variazione terminologiche (“elementari” diventa “primarie” ecc), è stato fissato l’obbligo, da parte dell’Amministrazione di fornire cibi senza glutine ai bambini celiaci. In alternativa resta comunque possibile portare da casa cibi privi di glutine ed avere la riduzione di un terzo del costo della retta mensile, così come è stata finora la prassi. Il “nuovo” regolamento prevede inoltre che, nel caso di morosità, il servizio nei confronti del fruitore non venga mai interrotto durante l’anno scolastico, in alcun caso, evitando motivi di imbarazzo al bambino. Il Comune potrà d’altra parte effettuare verifiche sulle motivazioni della morosità e segnalare la situazione ai Servizi sociali, in modo da proporre alla famiglia -una volta accertate le effettive difficoltà finanziarie- un possibile sostegno economico, mediante una agevolazione nel pagamento della retta. Solo nel caso di ingiustificata inadempienza, si prevede la non ammissione al servizio mensa per l’anno successivo.


Su proposta dell’assessore all’Ambiente, Franco Brasili, è stato stabilito di affidare alla società Anconambiente il servizio di gestione amministrativa della raccolta di olii usati, in attesa che il servizio possa essere coperto dai fondi di Coneroambiente ottenuti dalla Provincia. Gli olii usati- come è noto- costituiscono un rifiuto altamente inquinante se gettato nelle fognature o in corsi d’acqua e vanno quindi stoccati in appositi contenitori per essere affidati a ditte autorizzate che ne effettuino il ritiro e il recupero. La raccolta differenziata di queste sostanze da utenza domestica permette ai Comuni di alleviare i costi di manutenzione derivanti da accumulo e intasamento: per questo motivo è stata accolta con favore, l’autunno scorso, l’istituzione di un punto di raccolta di olii usati presso La Coop della Montagnola che svolge gratuitamente il servizio ma non si può occupare della parte amministrativa. In attesa di un finanziamento da parte della Provincia per un progetto che tra l’altro si estenda a più punti della città di Ancona, la gestione amministrativa dell’intervento è stata, come anticipato, affidata ad Anconambiente



andrea nobili

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-04-2010 alle 17:52 sul giornale del 14 aprile 2010 - 834 letture