contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Passaporti, si parte con quelli elettronici

2' di lettura
1254

Nell'ambito del progetto nazionale "Passaporto elettronico" che prevede, quale elemento innovativo la rilevazione delle impronte digitali del richiedente, a partire dall'11 maggio 2010 la Questura di Ancona, adempiendo a precise disposizioni ministeriali, rilascerà esclusivamente passaporti di nuovo modello.

Il nuovo modello di espatrio, c.d. "passaporto biometrico", non cambierà il suo aspetto esterno, ma sarà dotato di un microchip che conterrà, oltre ai dati anagrafici del titolare, anche i dati biometrici relativi alla fotografia ed alle impronte digitali.

Si precisa che non è più possibile l'iscrizione dei figli minori sul passaporto dei genitori e che , per i minori degli anni 12 non è prevista l'acquisizione delle impronte digitali.

Di conseguenza dovrà essere richiesto un passaporto per ogni soggetto che intende espatriare, salva la possibilità di usare la carta di identità per gli Stati per i quali essa è sufficiente.

Nulla è variato circa la documentazione da presentare.

Tutti i cittadini residenti in provincia di Ancona potranno presentare la domanda di rilascio del passaporto direttamente in Questura o presso i Commissariati di P.S. di Fabriano, Jesi, Osimo e Senigallia. Contemporaneamente alla presentazione della domanda verranno verificate la documentazione a corredo, autenticate fotografie e firme e rilevate le impronte digitali.secondo la competenza territoriale sotto meglio descritta.

I cittadini non residenti nel comune di Ancona o in quelli di Fabriano, Jesi, Osimo e Senigallia potranno, come per il passato, presentare la domanda ai rispettivi comuni di residenza, stazione o compagnia carabinieri ovvero agli uffici postali.

Nel ricevere la domanda il personale del Comune, della stazione, della compagnia Carabinieri o dell'ufficio postale controllerà la completezza della documentazione, provvederà all'autenticazione della foto e delle firme e restituirà la pratica al cittadino richiedente, indicandogli l'Ufficio di Polizia al quale dovrà presentarsi per la rilevazione delle impronte digitali.

Per quanto concerne i minori di anni 12, dal momento che non è prevista l’acquisizione di impronte digitali , si potrà continuare ad osservare la vecchia procedura ossia la documentazione potrà essere trasmessa dai Comuni e dalle Stazioni Carabinieri direttamente a questo ufficio che provvederà alla riconsegna del documento direttamente all’ufficio accettante.

Una volta rilasciato, il passaporto potrà essere ritirato direttamente presso la Questura o, a richiesta, presso i citati Commissariati da parte del titolare ovvero di persona munita di delega formalizzata mediante autentica della firma dell'interessato, ovvero potrà essere spedito al comune di residenza o a spese del richiedente direttamente al domicilio di quest'ultimo.

Si precisa che l’emissione del nuovo passaporto biometrico non obbliga alla sostituzione di quelli rilasciati anteriormente all' 11.05.2010 ed in corso di validità che restano comunque validi per l’espatrio anche negli Stati Uniti d’America.


Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2010 alle 12:29 sul giornale del 03 maggio 2010 - 1254 letture