contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
articolo

AnconAmbiente in deficit, Franzoni: 'Aspettiamo il bilancio'

2' di lettura
1381

AnconAmbiente
L'assessore Franzoni risponde ad un'interrogazione di Bastianelli su AnconAmbiente e rivendica i buoni risultati raggiunti, nonostante il deficit della società.

Si torna a parlare di AnconAmbiente in Consiglio Comunale, in seguito ad'interrogazione di Francesco Bastianelli (Pdl) in merito al deficit nel bilancio ("quasi 2 milioni di euro") e all'impianto di smaltimento dei rifiuti solidi differenziati che dovrà sorgere alla Baraccola. Bastianelli lancia inoltre una proposta in vista del rinnovo del CdA della società: "Visti i risultati raggiunti dall'attuale gestione, propongo di nominare il nuovo CdA con un concorso pubblico. La politica faccia un passo indietro in nome della professionalità".

L'assessore Franzoni conferma il "buco" di bilancio di AnconAmbiente, "che si attesterebbe intorno ad 1,6 milioni di euro", e rivendica i risultati raggiunti con la raccolta differenziata porta a porta: "Al momento siamo al 50%, e per il 2012 riusciremo a portare la quota di rifiuti differenziati al 65%, come previsto dalla legge nazionale". Ovviamente, ricorda Franzoni, "gli investimenti fatti per la raccolta differenziata rappresentano un grosso costo economico, e quando avremo i dati di bilancio, a fine maggio, produrremo delle proposte". L'assessore conferma inoltre che l'impianto della Baraccola "è in fase di progettazione" e che si cercherà di raggiungere l'obbiettivo dei "rifiuti zero in discarica". Nessuna indiscrezione, invece, per il rinnovo del CdA: "Va scelto per assicurare la miglior gestione possibile, ma se ne occuperà l'assemblea".

Pronta la replica di Bastianelli, che sottolinea l'assenza di un impianto per lo smaltimento dei rifiuti organici (che al momento vengono trasferiti in provincia di Modena): "Questa Giunta dovrebbe saper dialogare con la Regione e far capire che la città ha bisogno di un impianto simile anche nelle Marche. Trasportare i rifiuti organici a Modena ha dei costi enormi, che potrebbero essere tagliati di molto".



AnconAmbiente

Questo è un articolo pubblicato il 10-05-2010 alle 19:05 sul giornale del 11 maggio 2010 - 1381 letture