contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Confcommercio: insostenibile l'aumento allo Stamira

2' di lettura
1097

confcommercio

Un cambio di marcia del Comune di Ancona su sosta, viabilità e Commercio o il centro storico rischia il ko. La Delegazione di Ancona della Confcommercio Imprese per l'Italia Provincia di Ancona chiede un'accelerazione al Comune di Ancona su alcune questioni chiave per il Commercio cittadino sosta in primis.

Non può infatti passare inosservato l'aumento applicato alla tariffa oraria del Park Stamira che è arrivata a 2,50 euro una cifra oltremodo pesante. Di fronte a questi ritocchi il Comune di Ancona, che è convenzionato con questo Parking, non dovrebbe rimanere inerte e dovrebbe studiare un piano di sviluppo della sosta nel quale contemplare nuove soluzioni per favorire l'accessibilità al centro commerciale naturale cittadino. Non si possono accettare passivamente provvedimenti penalizzanti che possono portare pesanti ripercussioni alle attività commerciali della città. E' inoltre indispensabile che l'amministrazione comunale recepisca le proposte di chi, come Confcommercio, si sta facendo da tempo portatore progettuale per riqualificare il centro storico e la città tutta. Anche sulla sosta la Confcommercio di Ancona chiede da tempo concretezza. L'aumento allo Stamira riapre la questione e pone serie problematiche nell'immediato.

La Confcommercio propone in prima battuta la realizzazione di un'area di sosta veloce in corso Matteotti, nella parte di via a ridosso di piazza del Plebiscito, che possa portare tra i trenta e quaranta posti auto a ridosso dell'isola pedonale e del mercato delle erbe. Accanto a provvedimenti come questi vanno poi attuate quelle misure strutturali indispensabili alla rivitalizzazione del centro storico a partire dal cambio di viabilità. Non è più possibile attendere perché si rischia un aggravio della già palese congiuntura negativa. L'immobilismo non può far parte di questo momento storico ed è necessario un dinamismo che l'amministrazione comunale stenta ad avere. I commercianti hanno bisogno di avere al loro fianco una macchina del pubblico snella ed efficiente in grado di interpretare al meglio le esigenze più attuali. Ecco perché un'accelerazione da parte del Comune su questioni vitali per la città non è solo auspicabile ma è indispensabile soprattutto in un momento come questo.



confcommercio

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 07-06-2010 alle 17:20 sul giornale del 08 giugno 2010 - 1097 letture