contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Al Teatro alla Mole, corso di recitazione della Scuola di Teatro

1' di lettura
3149

recitazione

Va in scena domenica 13 giugno (ore 21.30), al Teatro alla Mole di Ancona, il saggio di fine anno del corso di recitazione della Scuola di Teatro del Teatro Stabile delle Marche. Il corso è rivolto ai giovani che intendano intraprendere il mestiere dell’attore, un biennio formativo a carattere professionalizzante che rilascia un diploma conclusivo. L’accesso prevede un limite d’età (16/32 anni) e un colloquio di selezione.

Il saggio vede in scena, un adattamento da After Juliet di Sharman Macdonald, a cura di Nicoletta Robello, con in scena i ragazzi del primo anno: Irene Cinti; Maria Laila Fernandez; Micol Giovanelli; Marco Isidori; Alen Marin; Stefania Masè; Giorgio Moroni; Beatrice Pazzaglini; Matteo Principi; Daniele Quintabà e del II anno: Lara Brunelli; Desirée Domenici; Giulia Eugeni; Gloria Gentili; Giacomo Lilliù; Irene Pastore; Marco Rossi Andrenacci; Giulia Salvarani; Giacomo Tortoioli. I costumi sono di Stefania Cempini le luci di Roberto Bivona l’organizzazione Annamaria Latilla.

After Juliet di Sharman Macdonald (da una idea originale di Keira Knightley) è nato nel 1999 all’interno del progetto di teatro per le nuove generazioni (BT Connections) promosso dal National Theatre di Londra in collaborazione con Intercity Festival di Sesto Fiorentino e narra le vicende delle famiglie dei Montecchi e Capuleti, all’indomani del doppio suicidio di Romeo e Giulietta, dal punto di vista dei giovanissimi superstiti delle due casate. Il testo in quanto ideale proseguimento del capolavoro di Shakespeare si pone tematicamente in forte sintonia con i contenuti del progetto Shakespeare in città e ne costituisce la deriva ideale perché coniuga i suoi contenuti progettuali con una scrittura shakespeariana legata alla contemporaneità.

Info 071.5021630 – www.stabilemarche.it



recitazione

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-06-2010 alle 15:11 sul giornale del 12 giugno 2010 - 3149 letture