contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Si riunisce il coordinamento del PdL sui destini della città

2' di lettura
817

Il Coordinamento Comunale de Il Popolo della Libertà di Ancona si è riunito mercoledì per discutere della grave crisi politica che esiste nella città di Ancona.

Il Coordinamento ha deliberato di fare una iniziativa per il giorno 30 luglio con i suoi iscritti per informarli dell'importanza di iniziare a costruire sin da subito un progetto di Governo per la città di Ancona, vista anche la grave crisi della Giunta Gramillano.

“Abbiamo deciso – dicono il Coordinatore Comunale PdL di Ancona Paolo Pelosi e il Vice Coordinatore e Consigliere Regionale Giovanni Zinni – di avviare immediatamente un iter interno al partito per costruire un progetto di governo della città, considerata la gravissima crisi politica e amministrativa della Giunta Gramillano, che potrebbe anche risolversi in un voto anticipato rispetto alla scadenza naturale della consigliatura. Abbiamo predisposto dei gruppi di lavoro per costruire una piattaforma di programma di governo, riprendendo quella della nostra ultima campagna elettorale per arricchirla con nuove idee aggiornate al contesto odierno.

Le aree di intervento di questi gruppi di lavoro, formate da consiglieri comunali e circoscrizionali, militanti, liberi professionisti e volontari consulenti tecnici, sostanzialmente saranno quelle attinenti le emergenze della città. In un secondo momento attiveremo un tavolo per formare le alleanze di governo all'esterno del partito, aperto a tutti i soggetti politici, i sindacati, le associazioni che vogliono costruire un'alternativa seria e concreta di governance del territorio. A questo proposito fra i primi interlocutori è stato invitato il Segretario Provinciale UGL Carlo Oligno, che ha già aderito al progetto. Infine inizieremo a ragionare su quale figura più autorevole possa candidarsi a Sindaco per questo progetto nei prossimi mesi. Riteniamo che la giunta Gramillano versi in uno stato di crisi politica assoluta e che tale deficit politico stia determinando un'atrofizzazione grave della città in termini economici, sociali e urbanistici. Se Gramillano non gliela fa, molli pure. Nessuno glie ne farà una colpa.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 01-07-2010 alle 16:53 sul giornale del 02 luglio 2010 - 817 letture