contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Nasce Unci-Coldiretti Marche per fronteggiare il costo alimentare

2' di lettura
783

Coldiretti

In un momento in cui la crisi ha portato i marchigiani a spendere 420 euro in meno all’anno per mangiare, nasce nella nostra regione una nuova realtà della cooperazione per tutelare cittadini e agricoltori attraverso filiere agroalimentari più trasparenti, indicazione dell’origine in etichetta, diversificazione dei prodotti e legame del prodotto col territorio.

Venerdì 23 luglio si terrà ad Ancona l’assemblea costituente di Unci Coldiretti Marche. I lavori si svolgeranno a partire dalle ore 10 nella sede della Coldiretti Marche, in via Matteotti 7, e vedranno l’elezione del presidente e del consiglio dell’Associazione Nazionale delle Cooperative Agricole e di Trasformazione Agroindustriale. Vi prenderanno parte il presidente dell'Unci, Francesco D'Ulizia e il direttore di Coldiretti Marche, Alberto Bertinelli.

La nuova centrale cooperativa punta ad aiutare le imprese agricole a contrastare lo strapotere contrattuale della filiera agroalimentare che sottopongono giornalmente l’agricoltura marchigiana al furto di identità e di immagine, che vede sfacciatamente immesso in commercio cibo proveniente dall’estero ma “spacciato” come italiano, come scoperto dalla Coldiretti al porto di Ancona, e al furto di valore aggiunto, che vede sottopagati i prodotti agricoli senza alcun beneficio per i consumatori. Basti guardare all’ultimo dato Istat relativo ai consumi delle famiglie.

Mentre l’anno precedente i marchigiane avevano il primato per la spesa per la tavola, con 516 euro al mese (il 20,4 per cento del totale), ora si è scesi a 481 euro al mese (il 19,8 per cento del totale). Nel giro di dodici mesi, secondo l’analisi della Coldiretti, le famiglie sono state quindi costrette a tagliare la spesa alimentare di ben 420 euro all’anno. Un effetto della crisi ma anche dell’aumento dei prezzi dei prodotti alimentari che è stato durante il 2009 di oltre un punto percentuale superiore alla media generale dell'inflazione, e ciò nonostante il forte calo di circa il 13 per cento nei prezzi delle materie prime agricole.

E’ per questo che Coldiretti ha promosso il progetto per una Filiera agricola tutta italiana, capace di eliminare le distorsioni all’interno della filiera e tagliare le intermediazioni con l'offerta attraverso la rete di consorzi agrari, cooperative, farmers market, agriturismi e imprese agricole di prodotti alimentari al cento per cento italiani firmati dagli agricoltori al giusto prezzo.



Coldiretti

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-07-2010 alle 12:53 sul giornale del 23 luglio 2010 - 783 letture