contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Ripristino della navetta 'da Torrette all’ospedale Regionale', raccolta firme

2' di lettura
1235

raccolta di firme

La lotta all'inquinamento passa attraverso l'incentivo all'utilizzo del mezzo pubblico per raggiungere il luogo di lavoro e il luogo di cura come l’ospedale regionale. Inizia la raccolte firme per chiedere il ripristino della navetta “da Torrette all’ospedale Regionale” decisa dall’azienda ospedaliera con il placido delle Istituzioni locali e regionali, e’ questa la vera novità delle ferie di Agosto per gli anconetani.

D’altra parte, quel mezzo pubblico che collegava fino a qualche mese fa il quartiere di Torrette con la parte alta dell’ospedale Regionale, ha da sempre avuto un’utenza piuttosto “matura”. E, infatti, sono stati soprattutto gli anziani a sottoscrivere quell’appello con il quale si chiede, in buona sostanza, di prendere in considerazione i numerosi disagi causati da una ‘semplice’ variazione nel piano dei trasporti cittadini: inconvenienti come il dover prendere due mezzi per arrivare in centro e in ospedale; oppure non avere più l’opportunità, per chi abita nei quartieri nuovi Q2 Q3, di raggiungere l’ospedale se non con mezzi propri o a piedi da Torrette. In questi giorni, l’istanza dei cittadini sarà raccolta dal sottoscritto che presenterà un’ interpellanza nel prossimo consiglio comunale, alla quale il sindaco Fiorello Gramillano dovrà rispondere nella seduta di Settembre.

Del resto, le speranze di veder risolto il problema ci possono essere: l’ assessore alla viabilità, ha affermato in un’occasione pubblica di avere aperto una discussione con la società di trasporti, riscontrando una sostanziale disponibilità a tornare sui propri passi. Anche se, da parte sua, l’azienda lascia intendere che trattasi di una questione di lana caprina, intricata anche dai vincoli messi ai mezzi pubblici. Per questo, secondo l’analisi dei tecnici, da un anno a questa parte i viaggiatori degli autobus addirittura aumentati.

In ogni caso, la soppressione della navetta si può spiegare con la quantità di risorse trasferite dalla Regione a dal Comune alla Società Anconetana: risorse insufficienti per poter arrivare dappertutto, in una città che si è espansa in questi ultimi anni a macchia d’olio. La solita coperta che si è fatta troppo corta e se la tiri da una parte ti scopri dall’altra.

In poche parole, ripristinare la navetta per l’ospedale si potrebbe, ma per evitare che l’ospedale sia collegato male per tutti i quartieri di Ancona e rimanga isolato e poco servito, il Comune dovrebbe aumentare le risorse per attivare ulteriori mezzi di trasporto e finalmente essere incisivo nelle trattative con gli enti e le aziende, fino ad arrivare alle “minacciare” tipo di non svolgere piu’ la manutenzione delle strade, competenza del Comune se non si ritorna indietro sulla decisione, alcune volte penso sia indispensabile alzare il tiro per farsi ascoltare.



raccolta di firme

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-07-2010 alle 18:39 sul giornale del 26 luglio 2010 - 1235 letture