contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA >

Consolato Russo: Letta plaude l'accordo Interporto-Russia

1' di lettura
895

gianni letta

L’Accordo tra l’Ente Statale Unitario Federale della Dogane Russe Rostek, l’Interporto Marche e l’Associazione Amici delle Marche e della Russia, recentemente firmato sotto il patrocinio del Consolato Onorario della Federazione Russa di Ancona, sta ricevendo grandi attenzioni dal mondo imprenditoriale e politico italiani.

Numerose imprese eccellenti di ogni parte d’Italia si dichiarano disposte ad usufruire, a partire dal prossimo autunno, del servizio che consentirà una notevole semplificazione della pratiche doganali delle merci italiane dirette in Russia nonché una cospicua accelerazione dei tempi di verifica dei carichi alle frontiere, calcolati in 3/5 ore (anziché nei sette-otto giorni oggi occorrenti).

Recentemente il Segretario Generale della Camera di Commercio Italo Russia (CCIR), con sede a Mosca e a Milano, Flavio Ramella, ha pubblicamente dichiarato, a nome del Consiglio Direttivo dell’Ente camerale, la propria soddisfazione ed il plauso per questa innovativa iniziativa che, per la prima volta al mondo, sposta i controlli doganali dalla sede d’ingresso delle merci a quella di partenza. L’ultima affermazione di plauso è giunta al Console Armando Ginesi da una lettera personale indirizzatagli dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri Gianni Letta nella quale, a proposito dell’accordo sottoscritto con il servizio doganale russo Rostek,l’illustre uomo politico scrive tra l’altro: “Complimenti, caro Console.

Così si servono gli interessi del Paese: bravo!” Il nuovo servizio è previsto che prenda il via a partire dai primi giorni di ottobre prossimi con l’utilizzo, per ora, di quattro funzionari del Servizio Federale Doganale Russo che opereranno all’Interporto Marche non lontani dai loro colleghi italiani che pure disporranno di una postazione nella struttura intermodale marchigiana.



gianni letta

Questo è un articolo pubblicato il 05-08-2010 alle 11:51 sul giornale del 06 agosto 2010 - 895 letture