contatore accessi free

La Sezione 'Tina Modotti' affianco alle vittime del terrorismo

Partito dei Comunisti Italiani 1' di lettura Ancona 10/10/2010 -

L’Assemblea della Sezione “Tina Modotti” di Ancona del Partito dei Comunisti Italiani, riunita domenica 10 ottobre 2010 esprime unanime il proprio cordoglio e solidarietà alle famiglie dei militari vittime della guerra in Afghanistan e chiede al governo di riportare i soldati in Italia, essendo ormai chiaro che non si tratta di missione di pace, e fare la guerra in altri paesi, oltre ad essere un’offesa ai diritti dei popoli a governarsi in maniera indipendente, è vietato dall’art. 11 della nostra Costituzione.



L’invasione dell’Afghanistan, giustificata dagli USA con la volontà di punire Bin Laden, è servita e serve in realtà a tenere in piedi un sistema corrotto di signori della guerra, sotto cui prosperano la produzione e il commercio della droga.

L’Assemblea respinge fermamente le minacce guerrafondaie del ministro (ex) fascista della difesa La Russa di usare le bombe contro la popolazione e rivendica per il nostro Paese una politica estera indipendente e di pace, senza presenze di militari stranieri sul nostro territorio, senza nostre occupazioni militari di altri paesi.


dal Partito dei Comunisti Italiani
Sezione "Tina Modotti"





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-10-2010 alle 17:58 sul giornale del 11 ottobre 2010 - 637 letture

In questo articolo si parla di attualità, Partito dei Comunisti Italiani

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/c8R





logoEV
logoEV