contatore accessi free

Debora Covella, poliziotta 'poeta', riceve il premio S. Michele Arcangelo

poesia 1' di lettura Ancona 12/10/2010 -

Si chiama Debora Covella ed è una poliziotta della Questura di Ancona. Debora, che lavora alla Divisione Anticrimine e si occupa spesso di situazioni difficili che investono soprattutto il mondo minorile, ha una passione...la poesia.



Ne ha scritte diverse e le ha pubblicate nel sito intranet della Polizia di Stato Doppia Vela, una rete intranet di servizio per tutti gli appartenenti della Polizia di Stato ove è possibile incontrarsi virtualmente, comunicare, scambiarsi esperienze non solo legate all’attività. In quest’ambito nasce l’idea della solidarietà, viene definito un progetto e si elabora il libro “Parole d’anima indivisa”, i cui proventi vengono devoluti in beneficenza, che seleziona e raccoglie le poesie scritte dai poliziotti, tra cui quelle di Debora.

Il 28 settembre scorso l’Assistente Capo della Polizia di Stato Debora Covella e gli altri poliziotti “poeti”, hanno ricevuto dall’Amministrazione della P. S. il “Premio San Michele Arcangelo” importante riconoscimento, giunto alla sua seconda edizione, che è un’attestazione di merito verso quei poliziotti che si sono particolarmente distinti per la loro azione, perché ispirati da quei valori positivi quali l’altruismo, la difesa dei più deboli, la tolleranza e la solidarietà. Ben 113 (numero non casuale) le poesie pubblicate dai poliziotti-poeti all’interno della raccolta, disponibile in libreria e i cui proventi andranno tutti in favore dell’UNICEF e di altre associazioni no profit a tutela della fasce deboli della popolazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-10-2010 alle 19:30 sul giornale del 13 ottobre 2010 - 971 letture

In questo articolo si parla di attualità, polizia, poesia, ancona, questura di Ancona

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ddy





logoEV
logoEV