contatore accessi free

Italia Nostra: campagna imformativa sui rischi del rigassificatore

italia nostra 1' di lettura Ancona 25/10/2010 -

Oltre duemila e seicento cittadini anconetani, nel giro di dieci ore di presidio, hanno ricevuto documentazione informativa sul gravissimo rischio che ben due rigassificatori vengano costruiti davanti Ancona, uno 12 chilometri a nord est (API) ed uno a 40 chilometri a sud est (Gas deFrance), provocando una grave manomissione al “paesaggio sensibile” rappresentato dalla costa del Parco del Cònero.



Numerosi cittadini hanno chiesto ulteriori informazioni ed hanno chiesto di firmare subito mozioni contro la realizzazione dei due impianti. Altresì alcuni esponenti politici ed amministratori hanno “fatto capolino” davanti al presidio per garantire il loro appoggio contro tale eventualità.

Italia Nostra invita il sindaco Gramillano e tutti i consiglieri comunali di Ancona ad approvare una mozione contro la realizzazione dei due rigassificatori, così come già fatto dai Consigli comunali di Senigallia, Chiaravalle e Montemarciano, al fine di tutelare l’economia marittima, il turismo, la salute dei cittadini di Ancona e dei comuni limitrofi.

Si ringraziano tutti coloro che hanno collaborato concretamente al presidio ed in particolare l’Onda Verde Onlus di Falconara Marittima, l’Acu Marche ed il Comitato per la Tutela della Vallesina di Jesi. Seguiranno a presto altre iniziative che verranno immediatamente comunicate ai cittadini.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-10-2010 alle 00:06 sul giornale del 25 ottobre 2010 - 938 letture

In questo articolo si parla di politica, ancona, italia nostra, rigassificatori

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dFt





logoEV
logoEV