contatore accessi free

Sindacati sulle modifiche della viabilità della città di Ancona

viabilità 2' di lettura Ancona 27/10/2010 -

Le scriventi Segreterie Confederali e di Categoria, con stupore rilevano ancora dagli organi di stampa, l’intenzione, peraltro contestata da giorni da tutti gli operatori del settore e dalle associazioni degli utenti, di modificare la viabilità cittadina da parte del Comune di Ancona.



Su tali scelte peraltro, in occasione dei ripetuti incontri con il Sindaco l’Ass. Borgognoni, il Comandante Vigili Urbani, anche la Rappresentanza Sindacale Aziendale della Conerobus ha espresso la propria assoluta contrarietà. Alla luce dei tagli previsti dalla regione marche sul tpl del 10-15%, interventi come quello previsto produrranno inevitabilmente una diminuzione della velocità commerciale dei mezzi pubblici determinando un aggravio dei costi dell’azienda e un peggioramento dei servizi per i cittadini. La viabilità attuale, frutto di modifiche e studi realizzati negli ultimi anni, è l’unica e la più produttiva per il trasporto pubblico in quanto permette di percorrere il tratto cittadino in pochissimi minuti, garantendo l’ingresso e l’uscita dalla città in maniera veloce alla totalità di tutti i mezzi pubblici che transitano da e per Ancona Centro. La cosa appare incomprensibile alle scriventi che si chiedono: alla luce dell’aumento quasi intollerabile delle polveri sottili e all’ulteriore rincaro del biglietto del mezzo pubblico quale vantaggio potrebbero riscontrare i cittadini con l’aumento del traffico privato in centro e l’ulteriore incremento dello smog con conseguente diminuzione dell’efficacia del trasporto pubblico? Le motivazioni addotte dall’Amministrazione ci sembrano sinceramente controcorrente rispetto all’indirizzo di tutte le città italiane dove si cerca di potenziare la mobilità pubblica dei cittadini a scapito del traffico privato con relativo abbassamento dei pm 10 e inquinamento acustico.

Riteniamo inoltre che modifiche possibili all’intera viabilità cittadina come dal progetto della ditta incaricata allo studio TPS, possano essere realizzate se viste in un contesto più ampio e che coinvolga tutta la viabilità cittadina e il senso di marcia della galleria S.Martino che darebbe una completezza ad un lavoro peraltro già pronto e validato dalla società stessa più di un anno fa. Modificare solo in parte e alla vigilia delle feste natalizie quando il traffico aumenterà sensibilmente in centro, ci pare davvero una scelta azzardata e soprattutto non condivisa neanche dai Vigili Urbani quali protagonisti principali delle eventuali conseguenze che questa manovra provocasse. Riteniamo pertanto di rinviare tale modifica della viabilità ad un contesto più ampio di rivisitazione cittadina al momento non necessaria, tenendo conto dello stato di crisi attuale del paese dove un trasporto pubblico,veloce ed efficace, può essere una reale e implementabile alternativa al più costoso e inquinante trasporto privato.

CGIL-CISL-UIL e FILT-CGIL FIT-CISL UILTRASPORTI






Questo è un articolo pubblicato il 27-10-2010 alle 17:27 sul giornale del 28 ottobre 2010 - 577 letture

In questo articolo si parla di cgil, viabilità, cisl, ancona, uil

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/dMH





logoEV
logoEV