contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Dopo i congressi si riunisce l'assemblea provinciale dei coordinatori di circolo PD

2' di lettura
555

partito democratico

Ad un mese preciso dalla grande manifestazione indetta dal Segretario nazionale Pierluigi Bersani, si terrà venerdì presso la Casa del Popolo di Ancona la prima Assemblea provinciale, post congressuale, dei Coordinatori di Circolo del PD.

Il Segretario provinciale Emanuele Lodolini ricorda come nel PD in provincia, anche rispetto ad altri partiti, i segretari e gli organismi dirigenti vengono scelti o nominati fra quattro mura e non eletti direttamente dagli iscritti, come nel caso dei Coordinatori di circolo. “I numeri che abbiamo ci dicono che siamo l’unico Partito che è veramente radicato su tutto il territorio provinciale. Certamente possiamo fare ancora di più e meglio e lo faremo”. “Intendiamo il PD come strumento a servizio dei cittadini. Da questo punto di vista i sessanta coordinatori di circolo presenti nella nostra provincia svolgono una funzione importantissima di raccordo con la società”.

“Nell’ultimo anno - continua Lodolini - abbiamo elaborato le nostre proposte su lavoro, nuovo patto fiscale, imprese, famiglie, scuola ed università, ambiente, rifiuti, enti locali, infrastrutture e mobilità, costi della politica, immigrazione. Vogliamo abbassare al 20% l’aliquota sulle rendite e quindi realmente abbassare le tasse. La precarietà per i giovani sta diventando un modo di essere e un'ora di lavoro precario non può più costare meno di una di lavoro stabile”.

La riunione avrà come ordine del giorno la mobilitazione indetta per i prossimi tre fine settimana di novembre, denominata porta a porta, che vedrà il PD in provincia impegnato, insieme agli eletti nelle Istituzioni, nei 49 Comuni del territorio. Dopo il viaggio post elettorale a bordo di un pullmino, il PD della provincia di Ancona torna ancora una volta nel territorio. Il senso è il dialogo e l’ascolto con le persone, le forze sociali e dell’impresa. Allora ecco che il porta a porta e la presenza nelle piazze "sono un modo di intendere un rapporto vero con le persone, le famiglie, le imprese anche quando non ci sono voti da chiedere”.



partito democratico

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 11-11-2010 alle 17:17 sul giornale del 12 novembre 2010 - 555 letture