contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

Lavoro, il PD incontra le parti sociali e avvia il think tank 'pool oltre la crisi'

2' di lettura
640

Emanuele Lodolini

Il Pd della provincia di Ancona si rimbocca le maniche e dà il via a una grande mobilitazione. Non solo il Porta per Porta e Piazza per Piazza nell’agenda politica delle prossime settimane, vale a dire andare in ogni luogo del territorio per ascoltare e far conoscere punto per punto le idee del Pd.

"Nelle prossime settimane presenteremo alle forze sociali le nostre proposte su fisco, lavoro, patto di stabilità, agricoltura. Siamo preoccupati per lo stato dell'economia, delle imprese e dell'occupazione. Anche nel nostro territorio". Così Emanuele Lodolini, segretario provinciale del Pd alla vigilia di una serie di incontri con le forze sociali ed economiche della provincia di Ancona. “È il momento di un patto sociale basato su nuove norme sul lavoro, tutele per i lavoratori precari (“perché un’ora di lavoro precario non può costare meno di un’ora di lavoro stabile”), un salario minimo garantito per chi non è tutelato dal contratto nazionale e una legge sulla rappresentanza”. “Non è tempo di ordinaria amministrazione e di tranquillità. Viviamo un tempo che richiede visione e coraggio. Galleggiare non ci interessa. Dobbiamo assumere la responsabilità di indicare, anche in provincia, un progetto per il futuro. La crisi economica, da un lato, ma anche la manovra economica, dall’altro, ci impongono una riflessione su un diverso assetto della governance locale.

Un partito serve se si assume la responsabilità di decidere e proporre un’idea di sviluppo per il territorio e la comunità tutta. Per questo al Congresso provinciale ho lanciato la proposta di costituire un “pool oltre la crisi” che coordinerò insieme al prof. Carlo Carboni. Un think tank che sarà un luogo aperto alla partecipazione di tutte le espressioni del mondo del lavoro, docenti, istituti di ricerca, associazioni d'impresa, sindacati”. La lotta alla disoccupazione, i temi del lavoro, dell’istruzione, del sostegno alle fasce e ai soggetti deboli sono in cima ai pensieri del Pd della provincia di Ancona. Le politiche della ricerca e dell’innovazione devono orientare l’evoluzione competitiva del sistema manifatturiero, del Made in Marche e l’investimento nei settori del nuovo sviluppo (green economy e brain economy), nell’energia, nei servizi pubblici locali, nel turismo, nella cultura, nell’ambiente, nell’agricoltura di qualità, nei servizi alla persona. Tutto questo potrà avvenire se saremo capaci di chiamare a raccolta le energie profonde, le competenze diffuse della nostra comunità.



Emanuele Lodolini

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-11-2010 alle 16:15 sul giornale del 19 novembre 2010 - 640 letture