contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
comunicato stampa

PD: 'Si all'area marina protetta del Conero'

2' di lettura
1103

Il Partito Democratico del Comune di Ancona sostiene la realizzazione dell’Area Marina Protetta del Conero ed intende impegnarsi in prima linea affinché la sua istituzione avvenga in tempi rapidi.

“L’Area Marina Protetta è una grande opportunità che viene offerta ad Ancona e a tutta la sua cittadinanza – afferma Stefano Perilli, Segretario comunale del PD di Ancona -. Un’occasione che dobbiamo cogliere subito e senza ulteriori tentennamenti”. Opportunità che si traduce non solo in tutela dell’ambiente e salvaguardia della biodiversità marina, ma soprattutto in sviluppo economico e crescita dell’occupazione per il territorio. Turismo e pesca i settori in cui la creazione dell’Area Marina Protetta porterebbe importanti vantaggi. “Nelle altre realtà italiane, le ricadute positive sul turismo sono evidenti – riprende Perilli -. Vorrei ricordare cosa ha significato in questo senso la nascita del Parco del Cònero: accolta inizialmente con scetticismo da alcune realtà, la sua istituzione ha permesso al nostro territorio di diventare meta privilegiata di turisti provenienti da tutta Italia e dall'estero, innescando quindi nuovi processi economici.

Per quanto riguarda la pesca – continua - l'Area Marina Protetta non significa imporre dei vincoli, ma migliorare la regolamentazione del settore ittico, che significa un sostegno attivo alla qualità ed alla quantità del pescato, volto proprio a favorire gli operatori locali”. Per consentire a tutta la cittadinanza di approfondire il tema dell’Area Marina Protetta e ciò che la sua realizzazione potrà significare per il territorio anconetano, l’Assessorato all’Ambiente del Comune di Ancona organizza, venerdì 03 dicembre 2010, alle ore 15, un Convegno presso la Sala del Rettorato, a piazza Roma. Parteciperanno, oltre all’Assessore comunale all’Ambiente Diego Franzoni e grazie al sostegno dell' Università Politecnica delle Marche, tecnici e studiosi del settore.



Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-11-2010 alle 16:59 sul giornale del 26 novembre 2010 - 1103 letture