contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > POLITICA
articolo

Bilancio, in calo introiti da multe e parcheggi

2' di lettura
776

Comune di Ancona

Il Consiglio Comunale di Ancona vara l’assestamento di bilancio per il 2010. L’assessore Biekar: “Gli impegni di bilancio per l’anno in corso sono stati rispettati”.

 

In calo le entrate per le casse comunali, che fanno registrare una diminuzione di 1 milione e 70mila euro rispetto alle previsioni. Il totale delle entrate si attesta così a 125 milioni di euro, con un avanzo di esercizio pari a 970mila euro.

L’assestamento approvato nel corso della seduta di ieri comprende anche alcune variazioni al Piano Triennale degli Investimenti, integrati con contributi e finanziamenti derivanti da altri enti ed istituzioni. Tra questi, l’assessore Biekar ricorda i lavori per la Mole Vanvitelliana, il Museo della Città e dell’Anfiteatro Romano (con copertura parziale dei costi da parte della Fondazione Cariverona), unitamente all’appalto per le scuole “Volta” e per il progetto su legalità e sicurezza del Piano.

Vincenzo Rossi (Pdl) sottolinea un dato riportato anche nel resoconto elaborato dal Revisore dei Conti, che invita il Comune a “maggiori controlli per quanto riguarda la gestione di enti e società partecipate”. Rossi cita poi il calo di entrate derivanti dalla Tosap e chiede: “Le imprese edili occupano territorio pubblico e non tutte sono in regola con il pagamento al Comune”. Altre diminuzioni di introiti si registrano per le multe dei “berretti gialli” (meno 35mila euro rispetto alle previsioni) e di Conerobus (meno 30mila euro).

La maggioranza, invece, parla di “assestamente contenuto”. Il capogruppo Idv Daniele Tagliacozzo sottolinea “la buona gestione economico – finanzaria del Comune, da elogiare soprattutto in considerazione dei tempi duri che stiamo vivendo”. Concetto ribadito poco prima da Virgilio Rossi (Pd), che però ricorda i 70mila euro in meno incassati dai parcometri: “Un dato da tenere in considerazione e sul quale lavorare”.



Comune di Ancona

Questo è un articolo pubblicato il 29-11-2010 alle 18:41 sul giornale del 30 novembre 2010 - 776 letture