contatore accessi free
SEI IN > VIVERE ANCONA > ATTUALITA'
comunicato stampa

Calcio: Club uniti biancorossi, 'No a Schiavoni'

3' di lettura
1860

calcio

Il Consiglio Direttivo dei Clubs Uniti Biancorossi Ancona, riunitosi nella serata di lunedì 13 dicembre, ha approvato a maggioranza assoluta (9 favorevoli, 1 contrario, 2 assenti giustificati) il comunicato che andiamo ad esporre alla tifoseria anconetana.

In relazione agli ultimi avvenimenti all’interno della dirigenza dell’U. S. Ancona 1905, con interventi sulla stampa locale da parte del Presidente, Sig. Andrea Marinelli, di uno degli attuali sponsor, Sig. Sergio Schiavoni e di una parte della tifoseria biancorossa vorremmo immediatamente esprimere la nostra più totale avversione ad una eventuale entrata del succitato sponsor nei quadri dirigenziali della Società biancorossa. Vorremmo anche ed anzitutto ricordare, cercando di spiegare il perché nel nostro rifiuto, che la risposta entusiastica della città dorica alla deprimente discesa agli “inferi” dell’Eccellenza fu determinata unicamente dal sogno che Andrea Marinelli aveva concesso a menti sportivamente distrutte e depresse, il sogno di un calcio pulito, trasparente, nel quale la tifoseria potesse finalmente avere un ruolo attivo, con un Presidente appassionato e di accertata anconetanità. E nacquero spontanee iniziative, fra le quali la più importante fu senza dubbio “Sosteniamolancona”, struttura atta all’Azionariato Popolare, la quale nelle sue Assemblee di fondazione al Dorico fu subito confortata dall’affetto di centinaia, oseremmo dire migliaia, di tifosi. Tutto era decisamente chiaro, o almeno sembrava, e siamo convinti che i quasi 2000 abbonamenti, il seguito massiccio ed imponente della tifoseria nelle trasferte “non vietate”, fosse essenzialmente determinato proprio dalla voglia di sentirsi compartecipi ad un progetto finalmente fuori dagli schemi, finalmente vissuto in sinergia fra le varie componenti.

Ora tutto sembra lentamente, ma inevitabilmente, cambiare, tutto sembra farci ritornare a situazioni già vissute, già contestate dai C.U.B.A. che, ricordiamo, per un anno, ai tempi della gestione “schiavoniana”, decise di non mettere striscioni, non fare coreografie, non seguire la squadra in trasferta, proprio a causa di comportamenti che la nostra struttura aveva definito non consoni al bene dei colori biancorossi. Ci si continua a dire che la Società prenderà decisioni solo dopo avere sentito l’opinione dei tifosi; bene, noi, anche perché ci sembra che di fatti non concordati ce ne siano di già in atto, facciamo sapere pubblicamente ad Andrea Marinelli, che continuiamo comunque a ringraziare per lo slancio e l’impeto con il quale ha assunto il comando della truppa dorica, qual è la nostra posizione e che ci comporteremo ovviamente di conseguenze a quelle che saranno le sue scelte. Noi crediamo ancora nel “sogno”, continuiamo a crederci però in nome della nostra dignità e della nostra coerenza, e ci permettiamo quindi di ricordare, infine, alla Dirigenza biancorossa, che questo campionato di Eccellenza può essere benissimo gestito con il budget di partenza, che non dimentichiamo è stato anche corposamente aumentato dalle migliaia di abbonamenti, dagli incassi dei paganti e dalle somme versate dai tanti sponsor, senza avere il “disperato” bisogno di andare ad attingere verso altre fonti… per il futuro mille cose possono accadere e quelle che sembrano certezze oggi, anzi stereotipi nemmeno tanto convincenti, un domani potrebbero essere cancellate da situazioni più convincenti… magari create proprio da te Andrea, che continuiamo a credere ancora nostro grande “Presidente”. Il Consiglio Direttivo dei Clubs Uniti Biancorossi Ancona ha così votato l’approvazione del comunicato stampa.

FAVOREVOLI: Eros Giardini, Rolando Bolognini, Patrizio Ausili, Paolo Negri, Roberto Rossi, Mario Orlandini, Claudio Contadini, Luciano Marrone, Paolo Barbacelli

CONTRARIO - Luigi Chiucconi.

ASSENTI GIUSTIFICATI - Roberto Cipriani, Fabio Carloni



calcio

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 15-12-2010 alle 18:57 sul giornale del 16 dicembre 2010 - 1860 letture